Utente 110XXX
Buongiorno, ieri sera ho avuto un rapporto anale passivo con transessuale inizialmente protetto da profilattico che però malauguratamente si è rotto;il rapporto con profilattico rotto è durato circa 30 secondi in quanto sono molto ansioso e quindi lo controllato frequentemente;appena visto "l'orrore" abbiamo terminato il rapporto,ho controllato che non ci fossero trace di sangue ( nessuna traccia).Non c'è stata eiaculazione in quanto è accaduto tutto quasi all'inizio del rapporto ma ora stò vivendo momenti terribili.Secondo la vostra esperienza stò rischiando molto?Il fatto che non ci sia stata eiaculazione migliora un pò la situazione o è indifferente?Grazie.
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente lei si è esposto ad un rischio HIV, ovviamente il rischio è un pò inferiore rispetto ad un rapporto anale insertivo totalmente non protetto ma è sempre elevato.
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Praticamente posso essere quasi certo di essermi infettato!E' tardi per sottoporsi ad un profilassi post esposizione?Entro quanto mi consiglia di fare il primo test?Sono a pezzi.....
[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Praticamente non ho espresso alcuna percentuale e la informo che su questo sito non si danno informazioni statistiche. Una eventuale profilassi post esposizione deve essere valutata di volta in volta da un Centro Specializzato e non presso un ambulatorio virtuale come il nostro. I tempi per una eventuale ppe devono essere molto rapidi. Riguardo il test HIV consiglio un test a 40 ed uno a 100 giorni. Non si deve disperare, cerchi di mantenere la calma e segua le istruzioni.
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta, non volevo assolutamente criticare la sua valutazione del caso.E' solo che saprà, dall'alto della sua esperienza, che questi momenti sono tra i più brutti che una persona possa affrontare.E sono ancora più brutti se si viene a sapere che il rischio è elevato.Per quanto riguarda la sintomatologia, cosa mi devo aspettare nei prossimi giorni nell'eventualità mi fossi infettato?
[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Non deve aspettarsi niente, anzi le consiglio vivamente di non badare ai mille sintomi che l'ansia le farà venire nei prossimi giorni. Attenda il test e qualora abbia sintomi locali o fastidi al pene esegua una visita dal venereologo.
[#6] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottore, da domenica sera mi sono accorto di avere una tonsilla ( che è gonfia da ottobre e presenta dei "buchi" i quali mi si sono riempiti di una sostanza bianca);per ora non ho mal di gola o altri sintomi, lei pensa possa essere legato ad un probabile contagio?Grazie.
[#7] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente legga le mie risposte o è inutile porre quesiti. Le ho detto di non badare a mille sintomi che l'autoosservazione le metterà in luce in questo periodo . Ora una tonsillite deve essere valutata dal suo medico di base, ma non ha davvero alcun significato riguardo un contagio HIV.
[#8] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottore, per quanto riguarda le placche il mio medico mi ha prescritto un antibiotico che prendo da ieri ( sinceramente il mal di gola è già diminuito e mi sembra un pò anche le placche);ora ho un pò di nausea che mi porto dietro da circa una settimana.Lei crede che abbia senso fare un test la prossima settimana?Se questi sintomi (placche e nausea)fossero collegati ad hiv il test sarebbe già positivo?Grazie.
[#9] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente le ho già esposto i tempi indicati per il test e anche ciò che penso dei sintomi.
[#10] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Buonasera Dottore, a 50 giorni dal rapporto ho effettuato un test ANTI-HIV 1+2/ANTIGENE P24 METODO E.LF.A risultato negativo.Cosa ne pensa?Ha attendibilità?Grazie.
[#11] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Un'ottima notizia, ripeta il test a 100 giorni.