Utente 176XXX
Salve, sono quattro anni che saltuariamente avverto un dolore che può essere anche molto fastidioso nella parte bassa del testicolo sinistro; all'autopalpazione si percepisce sotto il testicolo (nell'epididimo) una massa abbastanza dura. Ovviamente sono stato da specialista che però non ha ritenuto necessario indagare oltre.
Vorrei avere un'altra opinione dato che il dolore anche se saltuariamente continua a ripresentarsi.
Grazie dell'attenzione, a risentirci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Luca Giliberto
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVIGLIO (BG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
credo, anzi ritengo molto utile che lei debba effettuare, se non ancora eseguita, un'ecografia scrotale per chiarire la natura di quella sua percezione (potrebbe essere una piccola cisti, esiti flogistici, altro) ed anche per tranquillizzarla; io penso che al giorno d'oggi un'ecografia non si debba negare a nessuno, tantomeno a pazienti con disturbi.
Cordiali saluti Dott. G.L. Giliberto
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egregio 17641,
concordo con le indicazioni fornite dal Collega Giliberto.Va bene,quindi,fare (o rifare) un'ecografia scrotale,ma credo che sia il caso di praticare uno spermiogramma con spermiocoltura e sottoporlo al giudizio di uno Specialista,per non fermarsi al solo sintoma dolore...
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi Izzo
[#3] dopo  
Dr. Domenico Battaglia
24% attività
0% attualità
8% socialità
ESTE (PD)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Caro Paziente,
stante la sua giovane età non trascurerei nè sottovaluterei nulla che riguarda il testicolo (dolore, masserelle dure, aumenti di volume e quant'altro)è utile eseguire una ecografia doppler inguino scrotale inoltre eseguire un esame delle urine completo, uno spermiogramma ed una spermiocoltura.
Non dimentichi di effettuare almeno ogni 3 mesi l'autopalpazione dei testicoli fino ai 35 anni circa.
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
probabilmente leggerà questa riposta con un pò di ritardo a causa delle ormai trascorse ferie estive. Spero che in ogni caso possa esserLe di una qualche utilità, ma spero ancora di più che il problema sia stato chiarito e risolto.
innanzi tutto Lei ha fatto la cosa giusta. Sia chiaro. E cioè si è recato da un Collega, Specialista per di più.
Ora le cose sono due: o il Collega è un Medico capace e coscenzioso e, dal solo esame clinico, ha potuto escludere qualsiasi tipo di patologia, sia benigna che no; oppure è un emerito... incosciente.
Non conoscendolo, non posso dirimere questo dubbio.
D'altra parte Lei accusa questi sintomi da ben 4 anni....
Quello che è certo è che Lei NON deve sottoporsi ad alcun tipo di esame, nè ecografico e nè di laboratorio, se prima non viene visitato da uno Specialista che riterrà opportuno o meno fare questo o quell'esame. L'ho scritto tante volte e lo ripeto. E' il Medico che prescrive esami e/o controlli DOPO aver raccolto l'anamnesi e visitato il paziente.
Fare un esame ecografico superfluo "costa"...direttamente alle tasche del pAziente se effettuata in Privato oppure a tutti noi cittadini se effettuata in ambiente Pubblico.
Senza parlare dell'inutile intasamento delle liste di attesa.
In conclusione, si rivolga ad un ambulatorio Specialistico Chirurgico o Urologico di una Struttura Ospedaliera qualificata della Sua regione e si faccia seguire clinicamente.
A proposito dell'autopalazione testicolare. Del tutto inutile farsela se prima un Medico non Le ha spiegato come si deve fare e cosa si deve cercare. Il fai da tè in questo caso, come per la ghiandola mammaria d'altro canto, è più dannoso che altro. Una volta imparata la tecnica giusta, conviene farla per tutta la vita. Sto operando un numero enorme di pazienti over 40 anni con cancro del testicolo.
Mi tenga informato, ci tengo.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO