Utente 109XXX
Buongiorno.
Sono un ragazzo di 28 anni, la settimana scorsa avevo gia richiesto un consulto ad un altro specialista però solo oggi mi sono accorto che c'era una specialità piu adatta al mio tipo di problema.
Il 13 febbraio 09 ho "subito" un rapporto orale protetto da parte di una prostituta, ho fatto una cavolata spaventosa e credo che me la porterò nella coscienza per tutti i giorni della mia vita.
Dopo il rapporto mi sono sfilato il preservativo con un fazzoletto di carta con il quale mi sono distrattamente pulito anche il pene, volevo sapere se nel caso avessi avuto delle piccole lesioni sul prepuzio avesse consentito il passaggio del virus o le possibilità sono remote.
Addirittura il giorno successivo preso da molta ansia sono andato a cercare il preservativo che avevo gettato in strada,l'ho trovato chiaramente in pessime condizioni a causa del traffico veicolare,ho provato a riempirlo d'acqua e purtroppo perdeva quasi impercettibilmente una goccia.Oltretutto era sporco di rosso ,spero solo per il fatto che la prostituta avesse usato un rossetto non per altro.Il test l'ho effettuato dopo 2 giorni ed è risultato chiaramente negativo il prossimo lo rifarò dopo il centesimo giorno dal rapporto.
Posso in definitiva stare un po tranquillo o sono ad elevato rischio di contagio?
Rimanendo in attesa di una gentile risposta ringrazio anticipatamente.
Buona giornata e scusate per il disguido
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentile paziente se il profilattico era integro ed usato da principio a termine lei non si è esposto all'HIV, altrimenti si , ma il rischio è molto modesto con la modalità riferita.