Utente 110XXX
HO 58 anni,nel ott.del 2007 ho subito l'asportazione della prostata per tumore (PSA=9) e ho fatto la RT. Da allora ho sempre assunto il CASODEX 150MG (una al dì) e continuo tuttora. Oggi,dopo 1 anno e 7 mesi il PSA vale 0,39 (è progressivamente salito dopo l'operazione e la RT da 0,20 a 0,25 a 0,32 e oggi a 0,39). Sono preoccupato perchè il PSA continua a salire e non si avvicina allo ZERO. L'ecografia addominale e radiografia polmonare sono regolari e così la minzione e la continenza. L'urologo e l'oncologo mi consigliano visite ogni 3/6 mesi. Il fatto che il PSA non si abbassi, è sintomo di ripresa del tumore. ?
Grazie di cuore.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

direi che la cosa migliore da fare è appunto uno stretto follow-up dopo però aver eseguito una scintigrafia ossea di controllo.

Resto a disposizione, un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risp..Scusi la mia ignoranza ma che cos'è il follow-up? . La scintigrafia ossea l'ho fatta subito dopo l'operazione cioè il 14/12/07 con esito negativo. 1)La devo rifare?. 2)C'è un valore massimo di allarme del PSA in soggetto senza prostata ?.Aggiungo che l'unico sintomo che ho ora è che, la notte, ogni 2 ore devo alzarmi col mal di testa, con forte stimolo a svuotare la vescica. 3)Cosa può significare qs. sintomo ?. Preciso infine che sono rimasto un accanito fumatore(30/40 sig.al dì).4)Qs. fatto può influire nell'aumento del PSA(ora 0,39) e/o generare il sintomo di cui sopra?
Grazie infinite per la cortese risposta alle 4 domande.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

per follow-up si intende i controlli periodici con esami strumentali e con esami del sangue. La scintigrafia ossea è da rifare (secondo giudizio del clinico ogni 6 mesi od ogni anno). L'urgenza alla minzione merita un controllo locale (magari una nuova ecografia della pelvi con attenzione alla vescica). Il fumo influenza negativamente tutto l'organismo (non in particolare il PSA); è ottima cosa abbandonare tale abitudine.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le 3 risposte. Poichè non mi ha risposto alla domanda 2) ne deduco che il PSA possa oscillare pur di mantenersi inferiore, ad es., a 1,00. E' una corretta deduzione la mia ?. Farò quanto dice Lei per quanto riguarda gli esami ed in particolare per la scintigrafia ossea. Per il fumo... ci proverò !.
Grazie di nuovo.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Esattamente. Di nulla figurati...

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#6] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Oggi, 23.06.09, ho rifatto il PSA e il valore è salito, rispetto a 2 mesi, da 3,9 a 4,9. Sono preoccupato per qs. aumento. Ricordo che ho 58 anni e che nel ott.del 2007 ho subito l'asportazione della prostata. Oggi i sintomi di disfunzioni urinarie sono quasi del tutto scomparsi.Il 30.06.09 farò la scintigrafia ossea.Caro dr. Pastore, non riesco a non preoccuparmi per la crescita del PSA.Continuo a prendere ogni giorno 1 CASODEX 150 mg.Cosa si può fare per abbassare il PSA?. Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Caro Amico,

direi che la scintigrafia ossea è appunto da fare (e già hai l'appuntamento). Vediamone l'esito e magari poi per stare più tranquilli approfondiremo con una TC total body. Inutile fasciarsi la testa prima di essersela rotta. Attendiamo con fiducia ma certamente senza stare a guardare.

A presto, Carlo
[#8] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi:nel precedente quesito del 23.06.09 i valori del PSA indicati vanno sostituiti con 0,39 e 0,49 (anzichè 3,9 e 4,9 :se fossero questi sarei altro che preoccupato !!!).Grazie per l'incoraggiamento. Le farò sapere subito l'esito della scintigrafia ossea total body.Se questa sarà negativa, c'è un esame per scludere una ripresa alla vescica-uretra o altri organi vicino alla prostata asportata?. Che cos'è la TC total body ?.Scusi e grazie di nuovo.
[#9] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Ok.. per TC total body si intende la TAC di tutto il corpo con il mezzo di contrasto... Tienimi aggiornato...

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#10] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Scusi se insisto ma vorrei sapere se il valore del PSA salito progressivamnete , da ott.2007 ad oggi, al valore 0,49 può essere indice di ripresa del tumore ? Grazie.
[#11] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Non è un valore particolarmente elevato ma è la progressiva crescita che merita attenzione. Tienimi aggiornato.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
[#12] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Carissimo, non voglio allarmarla inutilmente nè farle crescere ansie, ma il PSA dopo l'intervento chirurgico radicale della prostata deve attenersi solitamente ai valori suggeriti dalla EUROPEAN ASSOCIATION OF UROLOGY e cioè di 0,20ng/Ml come valore massimo. Fino a qualche anno fa, anche valori di 0,40, seppur fortemente dubbi, erano accettati talora come parafisiologici, ma recenti rivalutazioni hanno ristretto ulteriormente i valori a quanto citato sopra. Oltretutto con la deprivazione androgenica(CASODEX), il PSA, è di solito, necessariamente "azzerato". Quindi, considerando purtroppo come verosimile una possibilità di recidiva di malattia, bisogna capire se è essa locale o a distanza(lontano dalla prostata asportata). Questo si può ipotizzare valutando il tempo di raddoppiamento del PSA e il paramentro della PSA velocity. Se queste indicano maggiormente un rischio locale è lecito pensare all'utilità di una radioterapia di salvataggio sulla loggia prostatica. Se invece il rischio è maggiormente orientato per una malattia non locale si deve ripensare ad un diverso approccio farmacologico di II linea di tipo ormonale, opportunamente manipolato.
Si rivolga ad un oncologo medico o ad un radioterapista oncologo, esperti di prostata, per valutare la fattiblità di questi trattamenti o di esami come la PET con colina o la biopsia dell'anastomosi vescico-ureterale(ma per questi bisogna prutroppo decidere di aspettare valori di PSA vicini ad almeno 1ng/ML).
Sarebbe anche utile conoscere il PSA preoperatorio, il GLeason score, il grado istopatologico(pT3,ecc) per contesutalizzare meglio la sua storia clinica.
Le consiglio inoltre un articolo minfomra scritto da me sull'argomento della radioterapia post-operatoria, presente in questo sito. http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=76940

Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta.
Domani faccio la scintigrafia ossea. Giovedì ho la visita con l'oncologo. Le saprò dire.
Può il PSA essere influenzato dal fumo (40 SIGARETTE AL DI')?.
Grazie di nuovo.
[#14] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Non voglio inutilmente scoraggiarla ma la scintigrafia ossea è quasi sempre negativa a questi livelli molto bassi di PSA.Infatti viene indicata solo in caso di dolori sospetti o valori ben più alti del marcatore. Come le ho detto potrebbe essere ben più utile invece una PET con colina che è un esame più sensibile però quando il PSA ha valori di almeno 1-1,5. Potrebbe, se positiva, identificare precocemente la sede di ripresa di malattia per eventuali trattamenti mirati di radioterapia(ho letto ora che ha già fatto la RT sulla loggia in fase postoperatoria immediata e questo pone grossi limiti ad usare di nuovo la radioterapia, di sicuro non fattibile sulla stessa sede della loggia).
Relativamente al fumo fa male ma non influenza, a mia conoscenza, il psa.
[#15] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Aggiungo alcuni dati per il Dr.Alongi. Il Reperto Micro sulla prostata asportata il 18/10/07 era il seguente:"ADENOCARCINOMA SCARSAMENTE DIFFERENZIATO, Gleason 7(3+4)infiltrante il lobo prost.sx nella sua porzione anteriore e posteriore con focale extra capsulare sino a ridosso del margine di exeresi chirurgica. Il volume neoplastico è di circa cc.45. 2 Linfonodi esaminati con sclerosi, esenti da neoplasia.Tessuto fibroadiposo esente da neoplasia. ADECARCINOMA DELLA PROSTATA:GTpT3apNX" . Il PSA totale prima della prostectomia era 9,15; il 10/12/07 (1 mese e 1/2 dopo l'operazione) era 0,82. Dopo 33 sedute radioterapiche con dose erogata totale di 6600cGy/33f, il PSA ,il 08/04/08 era 0,20 e oggi, dopo 1 anno e 2 mesi è 0,49 . Spero di aver fornito abbastanza dati.Grazie di nuovo.
[#16] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Acrò il responso della scintigrafia il 07/07/09. Intanto volevo chiedere se unostato infiammatorio delle vie urinarie può aver aumentato il valore del PSA a 0,49 ?.
Grazie.
[#17] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
No, il psa aumenta in caso di infiammazione, ma se c'è la prostata. Nel suo caso la prostatectomia radicale avrebbe asportato la ghiandola.
E'vero anche che, dopo l'intervento sulla prostata, altre sedi possono produrre psa come alcune cellule delle vie urinarie(vescica, uretra) con caratteristiche simili alla prostata. Ma i valori di PSA prodotti da queste sedi non prostatiche sono di norma molto più bassi dello 0,20. Sopra questo valore,di solito, aumenti graduali e costanti sono segno di verosimile residuo tumorale locale, non necessariamente molto aggressivo ma da controllare con àttenzione per intervenire al momento giusto..
[#18] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
No, il psa aumenta in caso di infiammazione, ma se c'è la prostata. Nel suo caso la prostatectomia radicale avrebbe asportato la ghiandola.
E'vero anche che, dopo l'intervento sulla prostata, altre sedi possono produrre psa come alcune cellule delle vie urinarie(vescica, uretra) con caratteristiche simili alla prostata. Ma i valori di PSA prodotti da queste sedi non prostatiche sono di norma molto più bassi dello 0,20. Sopra questo valore,di solito, aumenti graduali e costanti sono segno di verosimile residuo tumorale locale, non necessariamente molto aggressivo ma da controllare con àttenzione per intervenire al momento giusto..
[#19] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Oggi,17/07/07, ho ritirato le analisi del sangue. Il PSA da 0,49 del 18/06/09 è salito a 0,55. Ho fatto la scintigrafia ossea con esito NEGATIVO.La settimana prossima farò la TAC addominale completa e i RX al toraci prescritti dall'urologo che ho consultato il 13/07/09 e che scrive all mio medico che "c'è la ripresa biochimica della malattia". Il 27/07/09 ho la visita con il radioterapista. Sono preoccupato soprattutto per la crescita del PSA ? .Cosa ne pensate?
[#20] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Oggi, 10/08/09, ho fatto l'ecoaddome e l'ecografia prostatica tranrettale con esito:"regolari vie biliari e vena porta.colecistinormoampia, aalitiasica.non alterazioni di milza, pancras e reni(cisti corticale di 13 mm al polo inferiore del rene sx),non alterazioni vie urinarie nè calcoli". Un mese fa avevo fatto la TAC completa e i RX addome, vertebre e polmoni: tutto negativo. L'unica cosa che non mi spiego e' sempre l
'aumento del PSA a 0,55. Cosa altro posso fare per stabilizzarlo o diminuirlo oltre alla terapia ormonale con CASODEX ?.
Grazie per la risposta(visto anche il periodo di ferie) !!!
[#21] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Non ho ricevuto nessuna risposta nè dal Dr.Alongi nè dal Dr. Pastore. Oggi ho i referti delle analise del sangue e urile, che qui riassumo nei valori non nella norma: -MCV=100,2; -MCH=34,0;-COLESTEROLO TOT=249;- COLEST.LDL= 155;- TRIGLICERIDI: 151;- URINE: accentuata presenza di muco, probabile flogosi; -TESTOSTERONE:35,45; -tPSA= 0,66; -cPSA==0,55; -fPSA=0,110; -RAPPORTO% f/t=16,7.
Come si vede il PSA è salito, in 1 mese, da 0,55 a 0,66. Il radioterapista mi dice che l'urologo deve cambiare la terapia del CASODEX 150mg. Qual'è il vs. parere e consiglio. Se non mi risponderete neanche a questa mio terzo quesito, non vi scriverò più. Grazie comunque per le precedenti risposte.
Saluti. Mario
[#22] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
mi chiedo a cosa serva fare il rapporto libero legato del PSA dopo diagnosi di neoplasia e successivo trattamento.
Credo che sia corretto il consiglio del collega Alongi di eseguire una pet-colina e poi valuterei per il cambio terapeutico (a volteseci fosse un solo linfonodo aumentato potrrebbe essere utile eseguire una RT stereotassica, ma prima di tutto serve la pet).
[#23] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie, Dr.D'Angelo. Se ho ben capito, nel mio caso , serve solo il PSA TOTALE.Seguirò il suo consiglio per qt. corcerne la PET-COLINA. Per la nuova terapia, esiste qualche farmaco alternativo al CASODEX 150mg: cosa pensa del ENANTONE DEPOT inizione ogni 3 mesi?. C'è una relazione tra il valore del testosterone (35,45) e l'aumento del PSA?. Grazie di nuovo. Mario
[#24] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
L'urologo, 1 mese fa, mi ha cambiato la terapia:1) ho fatto l'iniezione del ZOLADEX 10.8 MG il 29/08/09;2)prendo il CASODEX 50 anzichè 150. Oggi ali esami ho: -PSA= 0,11 (era 0,66) ,-testosterone totale=0,20 ng/ml (era 7,78) e libero= 0,7 pg/ml, -GGT= 130 U/l.
Cosa ne pensate sui risultati della NUOVA TERAPIA? .A me sembra positiva circa il PSA che si abbassato notevolmente ( a scapito della sessualità androgena: non ho infatti più nessun stimolo, presumo io, a causa del quasi azzeramento del testosterone). Secondo Voi devo continuare con il ZOLADEX 10,8mg ogni 3 tre mesi (il prossimo il 28/11/09) ?.
Grazie: grodirei molto un vs. parere. Mario
[#25] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La manipolazione ormonale che modifica in ìtinere la combinazione dei farmaci di deprivazione androgenica, che è quello che sta facendo, è un efficace presidio terapeutico per trattare una ripresa biochimica dopo trattamento primario.
Continui: a mio avviso, in questa fase, potrebbe essere l'approccio corretto.

Ci tenga pure aggiornati, se lo desidera.


[#26] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la cortese e tempestiva risposta. In effetti ora mi sento più tranquillo che il PSA è precipitato, in 1 mese, a 0,11. Grazie di nuovo e Buon Lavoro.Vi terrò informati senz'altro. Mario
[#27] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Salve Dottore.Sono ILARIO. Sono stato operato alla prostata , con asportazione totale della stessa, il 17/10/2007.Oggi il PSA e' 0,60. Tre mesi fa era 0,30. Tre mesi fa l'urologo decise di cambiare il ZOLADEX fiala-3mesi(che prendevo dal 2009) con ELIGARD fiala-3mesi Il cambiamento non mi sembra aver funzionato. Devo forse aggiungere il CASODEX compresse ?. Cosa mi consiglia?.
[#28] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
La manipulatione ormonale va contestualizzata con la storia clinica e con l'andamento del PSA.
Il rialzo comunque e' significativo e va valutato con attenzione con gli specialisti che la seguono.
[#29] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Sono ILARIO. Sono stato operato alla prostata , con asportazione totale della stessa, il 17/10/2007.Tre mesi fa il PSA era 1,05. Il 17/08/2015 è salito a 5,33 !!! ,adottando la terapia del CASODEX 50MG+ZOLADEX fiala-3mesi(che prendevo dal 2009).
Il mio urologo stasera mi fara' iniezione di FIRMAGON 120 MG e poi ogni mese FIRMAGON 80 MG, smettendo il CASODEX. Secon Lei la nuovo terapia potra' funzionare ?. Sono disperato perche' dopo 8 anni che il PSA si aggirava attorno al 1,00 ora è salito a 5,33 .
Sara' opportuno fare una PET colina ?.
Grazie per la cortese risposta.