Utente 111XXX
Salve a tutti,
avrei un consulto da fare. Ho dei problemi al pene, e non so come risolverli. Quando il pene è in erezione il glande non viene scoperto del tutto, e se provo a spostare la pelle verso il basso, per crecare di scoprirlo, sento un moderato dolore nella zona del frenulo e della pelle intorno al glande. Un'altro problema è che in erezione il pene presenta una moderata curvatora verso sinistra e il glande non è dritto ma segue la direzione del pene. Come devo fare? Apprezzerei molto un consiglio.
Cordiali saluti,
Giulio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente pootrebbe essere una fimosi come prima cosa ne parli con il suo medico di famiglia
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Cosa è una fimosi di preciso? e in che modo bisognerà intervenire? grazie per l'aiuto.
Cordiali saluti.
Giulio.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
è un restringimento della pelle attorno al pene, si guarsce con un piccolo intervento chirurgico
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
è un restringimento della pelle attorno al pene, si guarsce con un piccolo intervento chirurgico
[#5] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
grazie mille..ma per il fatto del curvamento?
spero non sia molto problematica la cosa.
cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
è un restringimento della pelle attorno al pene, si guarsce con un piccolo intervento chirurgico
[#7] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Ho anche notato che, quando il pene è flaccido, riesco bene a scoprire il glande, ma si curva verso il basso e la pelle che scorre dopo il glande, "strozza" un po' il pene. Quando è in erezione, invece, riesco male a scoprirlo e quando ci riesco la pelle si ferma sotto il glande e non scorre più. Se tento di farla scorrere mi provca dolore. Quando lascio la pelle torna sopra il glande.
vorrei sapere anche come poter curare il curvamento del pene.Ho letto in altri forum, che dopo l'intervento c'è un possibile accorciamento del pene, di max 4 cm. La cosa mi preoccupa. Molto. spero di poter risolvere con i vostri consigli.
Grazie per ora a tutti.
cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
penso che sia arrivato per lei il momento di una valutazione andrologica diretta.
Gli elementi da accertare sono la presenza o meno di brevita' del frenulo e di fimosi (per dettagli in merito può anche leggere un mio approfondimento dal titolo “Il frenulo del pene: tutto o quasi quello che c'e' da sapere”, al link http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=63934 , e l’approfondimento del Dott Maio dal titolo “Fimosi: che cos'è e come si cura”, al link http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220, entrambi di questo sito).
Per quqnto riguarda una modesta curvatura del pene, l'intervento di norma non è indicato.
Ci faccia sapere l'esito della visita.
[#9] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

spesso ad una anomala deviazione dell'asta si associa un restringimento della cute prepuziale tanto da configurare un quadro di fimosi.
qualche notizia in più su www.erezione.org
la fimosi può essere risolta con un semplice intervento in anestesia locale, ambulatoriale.
Prima varrebbe la pena di essere valutati da uno specialista andrologo che possa considerare se la curvatura del pene abbia caratteri tali da dover essere corretta chirurgicamente ( in tal caso la circoncisione avviene contemporaneamente)
Cari saluti
[#10] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile lettore,
a quanto pare di capire il problema principale e' la fimosi,che Le determina una difficolta' a scoprire il glande in erezione e pertanto va',consultato lo specialista ,corretta con circoncisione e frenuloplastica.La deviazione laterale sinistra e ventrale del pene,su base verosimilmente congenita,e' legata ad un'asimmetria dei corpi cavernosi e,se determina in erezione problemi meccanici(penetrazione difficile o scomoda) oppure estetici o psicologici,puo' essere operata ,contestualmente alla circoncisione,ovviamente affidandosi a mani esperte in tale chirurgia.L'accorciamento e'assolutamente minimo,molto lontano dai 4cm di cui parla .L' indicazione all'intervento dunque ,va' posta alla luce di quanto detto,con il parere dell'Andrologo,magari alla luce di foto fatte in erezione.
[#11] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Un grandissimo ringraziamento a tutti..ora il problema è parlarne con i miei, prendrò coraggio, e lo farò.
grazie ancora per i consigli. Renderò noto l'esito della visita.
Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

se posso anch'io in ritardo aggiungere , oltre alle corrette indicazioni ricevute già dai colleghi che mi hanno preceduto, un consiglio, se desidera avere più informazioni dettagliate sul problema incurvamento del pene, la invito a consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=79870

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Gentili signori, ho fatto una visita finalmente dal medico di famiglia, e secondo lei è solo un problema di frenulo.
Anche se non le ho parlato della curvatura. Ho prenotato la visita urologica per il 14 luglio. Farò avere notizie sul risultato della visita e semmai, successivamente, dell'aporazione. Se qualcuno è disposto ad accettare foto per darmi una prima diagnosi sulla curvatura accetto volentieri.Via e-mail naturalmente.
Arrivederci e grazie ancora per tutto.
Cordiali saluti.
[#14] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

qualche informazione sui vari tipi di curvatura li può trovare su www.erezione.org
cari saluti
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

non perda altro tempo prezioso e le foto fatte le porti con sè alla prossima valutazione clinica con un andrologo in "carne ed ossa".

Fatta questa indagine poi ci aggiorni sulle considerazioni andrologiche ricevute dal suo andrologo.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#16] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Salve a tutti.. il mio medico di famiglia mi ha prescritto una visita dall'urologo..e lui mi ha detto che per ora facciamo la circoncisione e basta..alla curvatura ci pensiamo dopo l'intervento, con calma, perchè è tutta da vedere. ma dove posso fare una visita da un andrologo? Io abito nella provincia di Arezzo. Ce ne sono vicini? il mio medico di famiglia ha fatto una faccia quando le ho chiesto una visita dall'andrologo..come se non conoscesse il ramo di specializzazione.
accetto risposte.
cordiali saluti, e sentiti ringaziamenti.
[#17] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
caro utente può vedere su questo sito o su quello della società italiana di andrologia
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

attento a praticare una circoncisione, soprattutto se il problema incurvamento del pene è importante .

Tenga presente che la circoncisione è quasi sempre il primo passo che si fa durante un intervento di raddrizzamento.

Generalmente quando il chirurgo, che procede alla correzione di un incurvamento penieno, si trova già davanti ad un circonciso i problemi cicatriziali del primo intervento spesso complicano tutta la prima parte della correzione e rendono lo stesso raddrizzamento più complesso.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Slave a tutti..vorrei essere visitato da un andrologo..come faccio..??sapete dirmi come fare e magari consigliarmi un andrologo più vicino possibile ad arezzo o firenze..?? grazie mille..
cordiali saluti..
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

per la scelta dell'andrologo chieda un consiglio al suo medico di fiducia ma anche il nostro sito le può dare una indicazione.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#21] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte. Comunque quando andai dal mio medico di famiglia e le dissi vorrei farmi visitare da un andrologo, lei mi fece una faccia bruttissima. Come dire ma che dice questo? Non so.
Cordiali saluti.
[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

non si faccia impressionare dalla "faccia" della sua dottoressa, spesso anche i medici soffrono di poca informazione e scelga eventualmente altre strade per ottenere l'informazione corretta.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#23] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Certamente..grazie della risposta..ma il problema è: quali sono le altre vie..??
cordiali saluti.
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le altre vie possono essere ad esempio anche il nostro sito, come già detto, ed eventualmente può consultare pure il sito ufficiale della SIA(www.andrologiaitaliana.it).

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com