Utente 178XXX
Buongiorno.
A seguito di un controllo cardiologico effettuato il 10 aprile 2009 ( ecg normale test da sforzo) mi è stata diagnosticata una forma di ipertensione ( a riposo 160/100).Null'altro da seganalare dal test
Il medico mi ha prescritto il losazid 50+12,5 mg
Da quando ho iniziato la terapia (tre giorni) mi sento "strano" l'insonnia è peggiorata e sento una sensazione di pesantezza allo stomaco oltre a mal di testa. La pressione è stabile a 150/95. Devo cambiare farmaco?
Inoltre sto prendendo: totalip 20mg 1 cp (da circa 1 anno) per colesterolo e trigliceridi molto alti; lorazepam 3 volte al die 2,5mg e sereupin 1 cp ( da circa 22 anni il lorazepam e da 13 il sereupin)per disturbi di ansia e attacchi di panico.
Gradirei una risposta circa la terapia per l'ipertensione e se necessaria una rivalutazione della terapia in generale in atto.
Grazie per la cordiale risposta.
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
il farmaco antiipertensivo che sta assumendo ha un tempo di latenza di circa 20-30 giorni prima che abbia un effetto completo. La terapia antiipertensiva si può associare a fastidi generali legati sia ai farmaci stessi, che al nuovo assetto pressorio dell'organismo.
Le consiglio di attendere ancora prima eventualmente di modificare la terapia antiipertensiva. Tenga presente che può essere necessario del tempo prima di trovare la giusta combinazione di farmaci ottimale nel suo caso.
Una volta ottimizzata la terapia, i suoi valori pressori dovrebbero assestarsi su valori inferiorei a 140/90 mmHG.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2006
Egregio dr. Tagliamonte.
La ringrazio per la gentile risposta. La mia preoccupazione è legata anche ai tanti farmaci che assumo. Il problema è che per gli antidepressivi e gli ansiolitici non riesco proprio a smettere (ho provato terapie psicologiche ma nulla da fare).
Ha qualche consiglio in merito? Rischio qualcosa assumendo questo mix di farmaci? Per dovere di cronaca ricordo che, sia mia madre, che mio nonno materno, sono deceduti a causa di infarto; il fratello di mia mamma soffre anche egli di problemi gravi cardio-circolatori.
Ogni sua considerazione e/o consiglio sono molto ben accettati.
Buon serata.
[#3] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Alcune volte può essere necessario assumere più farmaci per controllare i fattori di rischio cardiovascolare. Nel suo caso, essendo presenti ipertensione arteriosa e ipercolesterolemia, l'associazione di due o tre farmaci è indispensabile e, soprattutto, consigliata.
Per quanto riguarda la terapia con antidepressivi ed ansiolitici, capisco che non è facile interrompere l'assunzione di tali farmaci, ma sarebbe auspicabile almeno ridurre il numero o la posologia. Tentare di sospendere la terapia improvvisamente è praticamente impossibile, sarebbe utile provare ad effettuare delle minime e graduali riduzioni di tali farmaci, per cercare di ridurre progressivamente la dipendenza da questi.
Spero di esserle stato d'aiuto. Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2006
Grazie dottore; è stato molto esauriente e infinatmente gentile.
Le auguro buona giornata e ringrazio tutto lo staff di medicitalia.it per l'importnate contributo sociale che svolge.