Utente 109XXX
Ho appena ritirato le analisi del sangue e ci sono due valori alti:

AST (SGOT): 64 (valori di riferimento 1-35; metodo: U.V. NADH)
AlT (SGPT): 112 (valori di riferimento 1-43; metodo: U.V. NADH)

Sono molto preoccupato e stasera il mio medico non riceve.
Dalle ricerche che ho fatto su internet mi sembra di aver capito che ho qualche problema al fegato.
Qualcuno potrebbe farmi la cortesia di interpretare questi valori?
Grazie
[#1] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
caro signore

Un aumento dei livelli di transaminasi potrebbe avere motivazioni diverse.

L'infiammazione del fegato, infatti, potrebbe essere legata a problemi di tipo muscolare, ad una malattia infettiva (mononucleosi, epatite A, B, C, D, E), all'assunzione di farmaci che alterano la funzione epatica (come gli ansiolitici - in tal caso sarà bene verificare un' altro valore: le GGT -), ad un accumulo di grassi nel fegato (confermata da trigliceridi e colesterolo alti), all'abuso di alcool e droghe (frequentemente associato ad un'alterazione dei globuli rossi) o all'avvelenamento da metalli pesanti (che può essere verificato con un mineralogramma).

Legate ad alti valori di transaminasi potrebbero essere, inoltre, malattie del fegato come la cirrosi e la steatosi epatica, pancreatiti virali e malattie cardiache come l'infarto del miocardio e l'insufficienza cardiaca acuta.

Prima di incorrere in eccessivi allarmismi è bene considerare l'entità dell'aumento di transaminasi. Valori di GOT e GPT più alti del normale (fino al doppio) sono piuttosto frequenti nel caso di analisi del sangue effettuate a breve distanza da una cena eccessiva (magari con qualche bicchiere di troppo), un forte stress o un intenso sforzo muscolare.
Per tale ragione, prima di sottoporsi a test per le transaminasi, è bene alimentarsi regolarmente, limitare l'attività fisica e non assumere alcolici.

Altri esami che in un'indagine epatica è bene associare alle transaminasi per avere un quadro completo sono:
azotemia, GGT, bibirubina totale e frazionata, fibrinogeno, trigliceridi e colesterolo, marcatori dell'epatite, mineralogramma.

Cordialmente

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Anche la celiachia può alzare le transaminasi. A tal fine se vuole può leggere http://www.celiachia.it/FAQ/faq.asp?idcat=6&idpag=58
[#3] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Ripeto
Prima di incorrere in eccessivi allarmismi è bene considerare l'entità dell'aumento di transaminasi. Valori di GOT e GPT più alti del normale (fino al doppio) sono piuttosto frequenti nel caso di analisi del sangue effettuate a breve distanza da una cena eccessiva (magari con qualche bicchiere di troppo), un forte stress o un intenso sforzo muscolare.
Per tale ragione, prima di sottoporsi a test per le transaminasi, è bene alimentarsi regolarmente, limitare l'attività fisica e non assumere alcolici.
E solo dopo esersi sottoposto a visita medica ed accertamenti ematochimici e strumentali si può presupporre
una diagnosi certa.
Rispondendo al collega, avevo già menzionato in generale le patologie che possono movimentare le transaminasi:
" Legate ad alti valori di transaminasi potrebbero essere, inoltre, malattie del fegato come la cirrosi e la STEATOSI EPATICA, pancreatiti virali e malattie cardiache come l'infarto del miocardio e l'insufficienza cardiaca acuta."
Se in questo momento vogliamo scendere nello specifico
elencando tutte le patologie che portano alla steatosi epatica o alla cirrosi non faremmo altro che inquietare e confondere il paziente.
Con i soli valori di Got e Gpt mi sembra azzardato scendere nello specifico nominando la Celiachia.
Si potrebbero elencare centinaia di patologie che movimentano le transaminasi però non mi sembra né il caso né il momento.

Cordialmente


Cordialmente