Utente 878XXX
Buon giorno dottori,
vi avevo già consultati per il mio (ora ex) fidanzato affetto da condilomi anali poi sfociati in carcinoma anale. Ha seguito le terapie e a giugno eseguirà una PET per verificare l'efficacia della radio e della chemio.
Ho vissuto un'esperienza che mi ha demolita psicologicamente. Ora ho paura delle malattie, di tutte le malattie, soprattutto quelle a trasmissione sessuale. La mia storia con lui è finita e io non riesco ad avvicinarmi a nessuno e il pensiero di avere dei rapporti sessuali mi crea ansia e paura, forse eccessive. Questo sta alterando i mii rapporti umani, non mi avvicino neanche per scherzo ad un uomo... ho 29 anni e non posso vivere così! Vorrei chiedervi se il profilattico (usato adeguatamente e purchè non si rompa...) è una protezione SICURA contro le MST più gravi.. HIV soprattutto, ma anche HPV. Protegge effettivamente dall'HIV? Con quale sicurezza? Un'ultima cosa: il mio fidanzato mi aveva trasmesso i condilomi, però a me ne era venuto uno soltanto, molto piccolo all'entrata della vagina, che mi è stato bruciato 4 mesi fa. Da allora ho esegutio due controlli, senza recidive. Ma allora perchè continuo a sentire quella zona come "delicata", quasi un senso di prurito o bruciore... E poi, posso considerarmi NON "contagiosa"? Non vorrei mai che altri passassero quello che abbiamo passato noi perchè a me tutto questo ha rovinato la vita e la mia storia d'amore.
Vi prego rispondete a tutte lemie domande...
Grazie mille per la vostra disponibilità
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Cara paziente,
mi spiace per le sue disavventure ma in merito all'uso del profilattico mi sento di rassicurarla perchè l'utilizzo protegge in maniera efficace dal possibile contagio di malattie trasmesse per via sessuale, quindi lo usi con tranquillità se le capita. Per quanto riguarda la sua contagiosità ci sono scuole di pensiero: alcuni opdicono che il virus, una volta infettato l'organismo non lo lascia più, altri che come me cercano di essere più realisti, ritengono che, se per un ragionevole lasdso di tempo la patologia non si manifesta, vannoo comunque effettuati i controlli, ma ad un certo punto si può avere una vita ed una sessualità normali, senza l'uso di profilattico, chiaramente quando non si verifichino situazioni a rischio, cioè rapporti occasionali e/o con professioniste o ad alto tasso di promiscuità.
Sic et simpliciter. Comunque siamo qui anche solo per una pariola (scientifica e non solo) di conforto.

cari saluti


Mocci
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
16% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
Gentile Utente l'utilizzo del profilattico è il mezzo più sicuro in corso di rapporti sessuali per evitare MTS al di sopra c'è solo l'astensione dagli stessi.Per quanto riguarda la sua contagiosità se non presenti le manifestazioni come sembra da lei dichiarato dopo varie visite non sussistono problemi.La maggior sensibilità della zona trattata precedentemente con diatermoelettrocoagulatore può rientrare tra le complicanze benigne dell'intervento stesso e vedrà che con il tempo si attenuerà sino a sparire completamente.
Nel salutarla cordialmente spero porprio che riesca anche a superare brilantemente il problema di ordine psicologico che l'affligge attualmente
[#3] dopo  
Utente 878XXX

Iscritto dal 2008
GRAZIE dottori Mocci e Benini per le vostre risposte.
Mi avete aiutata molto anche perchè forse devo solo recuperare un pò di serenità e poi magari tornerà anche la "lucidità". Purtroppo l'esperienza che ho vissuto vicino al mio fidanzato, con tutti i risvolti difficili, le terapie, il suo corpo che cambiava, la sterilità annunciata... tutto.. mi ha resa terribilmente fragile, forse accentuando ansie che erano già dentro di me.
Mi sto facendo aiutare da uno psicologo e spero di recuperare un pò di serenità al più presto. Sono molto spaventata dalle malattie, vedo le mie amiche che si "divertono" senza troppi problemi, e io invece non sono più riuscita nemmeno a dare un bacio, e mi rendo conto che questa cosa sta assumendo propozioni sbagliate e può condizionare eccessivamente la mia vita.
Allora posso considerare il profilattico un mezzo sicuro... questo mi farà sentire più tranquilla quando avrò di nuovo voglia di avvicinarmi a una persona.
Grazie davvero per la vostra sensibilità e scusate lo sfogo forse un pò fuori luogo.
Cordiali saluti.
Mary