Utente 111XXX
Buona sera...chiedo scusa per il disturbo ma ho un problema che mi preoccupa parecchio...
Comincio dall' inizio: circa 2 settimane fa mi si è completamente chiusa un porta blindata sulla mano...quando dico "completamente chiusa " intendo che mi son dovuto poi aprire la porta con la maniglia perchè è andata in bloccaggio con le mie dita dentro... all'apertura della porta la mano in sangue con diverse lacerazioni per dito..."dita interessate medio anulare e mignolo". Ghiaccio e acqua gelata non hanno sortito alcun effetto,il medio e l'anulare hanno iniziato a gonfiare di brutto... Arrivato al pronto soccorso mi hanno medicato le ferite con Betadine e ho fatto le lastre. Secondo l'ortopedico il medio era fratturato secondo il radiologo no... Mi hanno steccato le 2 dita e mi hanno detto di tornare una settimana dopo per un controllo dall'ortopedico in sala gessi... Tornato in sala gessi mi hanno tolto le stecche, l'ortopedico senza nemmeno toccarmi ha detto che il dito presunto fratturato non ha niente, al che io gli ho detto testuali parole:" L'anulare, la seconda e terza falange, è completamente intorpidito è insensibile e faccio fatica a piegarlo...mentre il medio se stringo un po' mi fa male..." La risposta del medico è stata questa:" Le ho detto che il medio è a posto...mentre per l'anulare forse non riprenderà più ne la sensibilità ne a muoverlo bene." Arrivati ad ora...il medio mi fa sempre male se stringo qualcosa in mano mentre l'anulare è insensibile e lo "muovo" male e con dolore... Sull' anulare c'è una ferita parecchio profonda... non so se può interessarvi... Comunque la mia domanda è questa...posso fare qualcosa per riattivare la sensibilità del mio dito e rieducarlo a muoversi decentemente? E' vero che potrebbe rimanere così a vita?
Grazie mille per la gentilezza e per la vostra attenzione.
Arrivederci
[#2] dopo  
Dr. Riccardo Busa
28% attività +28
4% attualità +4
12% socialità +12
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Egr. Utente,
da quanto desumo il problema che la preoccupa maggiormente è quello della insensibilità dell'anulare. Se la ferita è ben cicatrizzata le consiglio di iniziare un trattamento cicatriziale di massaggio con creme ed unguenti specifici magari con l'assistenza di un terapista. Consideri che un trauma da schiacciamento agisce lesionando tutti i tessuti, compresi i nervi digitali. questi hanno tempi di ripresa prolungati e occorre molta pazienza. Pensi ora al ripristino dell'arco di movimento digitale e della funzione di presa digitale con un adatto protocollo rieducativo assistito.
Per quanto riguarda la sensibilità mi dica come va tra circa 3 mesi!