Utente 111XXX
buongiorno,un mese fa ho avuto l'infelice idea d assumere 12 pillola d Cialis da 20 mg, pur non avendone bisogno ma solo x provare.
Dopo l'assunzione della pillola e il seguente rapporto sessuale, sia durante la notte che la mattina seguente il mio pene ha continuato a mantenere una sorta d semi erezzione ma non mi sono preoccupato piu d tanto perchè x me era una cosa naturale avere delle erezioni spontanee.
inoltre dopo circa 24 ore dall'assunzione del farmaco ho avuto un episodio di mal d schiena abbastanza intenso concentrato all'altezza dei reni che però si è risolto da solo nell'arco di 24 ore.
Nelle 2 settimane seguenti non ho avuto nessun problema e ho continuato ad avere delle normalissime erezioni sia spontanee ke indotte da stimolazione,ora invece sono poco più d 2 settimane che ho difficolta d erezione, mi spiego meglio:per prima cosa non mi si verificano piu erezioni spontanee , mentre se stimolato il mio pene raggiunge l'erezione ma non è piu rigido come prima e molto spesso capita ke durante la stimolazione il mio pene perda l'erezione prima dell'orgasmo.
Secondo voi ho subito un danno dovuto al cialis??? Il danno è permanente???
Come devo comportarmi???
Spero di ricevere presto una vostra risposta perchè sono molto preoccupato e non vorrei perdere la mia ragazza x colpa d questa sciocchezza che ho fatto.
Cordiali saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Anzitutto nessuno è autorizzato ad assumere delle terapie senza l'indicazione specifica di un medico.
Detto ciò non credo che il Cialis possa avere arrecato un danno di questo tipo, perchè viene normalmente usato per la riabilitazione della disfunzione erettile.
Probabilmente lei è andato incontro ad una infiammazione prostatica da superstimolazione sessuale. Le consiglio di rivolgersi direttamente ad un collega urologo della sua zona al fine di farsi visitare e di valutare la sua condizione.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio innanzitutto per la risposta.
uindi lei mi consiglia una visita urologica piuttosto che andrologica??
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

se le è possibile consulti un andrologo oppure un urologo con chiare competenze andrologiche.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com