Utente 111XXX
Buongiorno,
chiedo un consiglio riguardo a questi dolori che circa da 2 mesi mi rendono la vita abbastanza difficile.

Questi dolori insorgono al mattino appena alzato e spariscono pochi minuti dopo essermi coricato.
I dolori sono molto diversi e variano in intensità e in posizione (si sposta lungo l'arco della giornata.
Solitamente colpiscono tra gli spazi costali e sulla schiena.
Più precisamente nella regione sternocostale, sulla linea paravertebrale e nella regione ascellare.
L'intensità è veriabile, c'è una componente continua e persistente che permane tutta la giornata (come una sensazione di oppressione e contrazione) e una componente acuta che con attacchi brevi mi provoca fitte e dolori trafittivi, come lancinanti.

Essendomi preoccupato della possibilità di problemi cardiaci mi sono subito affrettato a effettuare ECG a riposo e Ecocardiogramma che hanno escluso ogni possibilità di patologia cardiaca.
Ho effettuato raggi al torace che non hanno evidenziato niente di anomalo.
Sotto consiglio del medico ho effettuato lastre al rachide dorsale e cervicale che hanno evidenziato una leggera scoliosi cervicodorsale.
Ho effettuato anche esami del sangue che hanno evidenziato un valore di fibrinogeno di circa 600 (il giorno precedente avevo avuto un attacco di febbre a 39° e hanno giustificato tale valore con l'insorgenza della febbre).

Avevo iniziato una terapia di circa 3gg con ibuprofene 600mg per 2 volte il gg ma il medico di famiglia mi ha sconsigliato di effettuare tale cura, causa danni allo stomaco.
Quindi al momento sto effettuando da una settimana una cura di 2 compresse di paracetamolo 500mg + Codeina fosfato 30mg per 2 volte il gg ma senza validi risultati.
Inoltre sto assumendo un integratore di carnitina e creatina.

La diagnosi è infiammazione muscolare diffusa. Il medico mi ha consigliato di riniziare la mia attività in palestra
(consiglio che ho subito messo in pratica).

Ora quello che io mi chiedo, è possibile che dolori di natura muscolare abbiano una durata di circa 2 mesi senza visibili miglioramenti?
Potrebbe essere una nevralgia intercostale dovuta alla scoliosi (seppur leggera)? La durata è normale?

Sono abbastanza preoccupato più che altro per la durata, che cosa mi consiglia?
Grazie in anticipo e buon lavoro.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lascio libero spazio ai colleghi cui è indirizzata la sua richiesta, ma forse sarebbe opportuno ripostarla anche in area ORTOPEDIA.
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Già ripostata in ortopedia, comunque attendo fiducioso altre risposte, poichè il dolore rimane invariato.
In più si è riaggiunta la dispnea ansiosa (credo) dovuta a questo dolore di cui oltre a non conoscerne la causa non riesco a trovarne una cura adeguata.

Grazie mille.