Utente 111XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 19 anni, quache mese fa mi è stata diagnosticata una fistola perianale. Dopo la visita mi hanno operato e mi hanno messo un setone fisso. Dopo l'operazione il proctologo mi ha visitato e mi ha detto che siccome la fistola è abbastanza alta bisogna rioperare, oppure posso tirare tutti i giorni il setone per abbassarla. Ho deciso di operarmi. Ad aprile avevo l'operazione, ma per problemi vari non sono potuto andarci. Sempre per questi problemi fino ad ottobre non riesco ad andare ad operarmi. La mia domanda è se aspetto troppo tempo la fistola puo crescere? Perchè tutti i giorni spurga un po di pus ma il dottore mi aveva detto che era normale. cosa potrebbe succedermi se la opero troppo tardi? Io ho pensato che avendo il setone la fistola è "bloccata" ho pensato bene?

Grazie a tutti e Buon Lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il "setone" e' uno dei metodi per trattare la fistola, anche se personalmente ritengo quasi sempre piu' adatto l'intervento chirurgico. Prima si opera e meglio e': termineranno prima i suoi fastidi. Se non si opera potrebbero anche esserci delle complicanze (per esempio di tipo infettivo) ma in linea di massima non avviene nulla di irreparabile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 111XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille della sua risposta. Quindi da quello ce ho capito prima mi opera prima se ne va il pus e tutti i fastidi che provoca la fistola.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Nei limiti di una valutazione a distanza, e se le cose stanno esattamente come le ha riferite lei, direi proprio di si'.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Salamina
32% attività
0% attualità
12% socialità
MAGENTA (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,
dal momento che è già stato posizionato un setone, uno degli approcci più sicuri per curare radicalmente la fistola, evitando o comunque riducendo il rischio di incontinenza, è quello di trazionare periodicamente il setone, ovviamente sempre ammesso che questo sia ben posizionato. Voglio dire che il grosso dell'intervento potrebbe già essere stato fatto. A questo punto probabilmente resta da drenare solo un'eventuale raccolta ascessuale collegata alla fistola
Auguri
Giovanni Salamina