Utente 755XXX
Buongiorno gentili dottori
desidererei esporre un mio problema.
Qualche tempo fa mi è capitato questo: toccandomi in testa ho sentito al tatto di avere una specie di brufolo, ma molto grande, sembrava davvero una
cisti nel cuoio capelluto, essendo io rasato si vedeva anche senza toccarla, cioè aveva l'apparenza di un bernoccolo, toccandola era abbastanza dolorante, e il dolore si irradiava anche nella zona circostante. Alla fine nel toccarla ho finito per romperla e spremendola è fuoriuscito molto liquido, si trattava di un liquido strano: sembrava trasparente lucido, ma sul fazzolettino lasciava un alone giallastro ed era molto vischioso, quasi colloso, ciò che mi ha sorpreso è stata la quantità del suddetto liquido che io ho messo subito in relazione con la grandezza di questo ipotetico "brufolo"... Premetto che a causa di un tic nervoso mi gratto spesso la testa e il mio cuoio capelluto è spesso interessato da microferite e abrasioni abbastanza evidenti. Dopodiché (per circa due mesi) non ho avuto piu problemi, tuttavia da qualche giorno mi è comparsa un'acne sulla fronte... molti brufoli, problema che io ho solo ogni tanto.
In un primo momento ho legato quest'acne a qualche problema di alimentazione e/o intestinale. Però nel leggere su internet relativamente a questi problemi di acne mi sono preoccupato e vi spiego perchè, ho letto che l'acne può anche essere una manifestazione della sifilide!!! magari la domanda potrà sembrare sciocca ma nel leggere questo ho ripensato subito a quella cisti in testa che avevo avuto ai primi di marzo e mi chiedo: potrebbe essere quella cisti una prima manifestazione della sifilide? esattamente tre-quattro giorni prima dalla comparsa di quel "brufolo-cisti" in testa avevo avuto un rapporto sessuale, la persona in questione è sana (a meno che non sia all'oscuro di avere questa malattia), eppure leggendo dell'acne e in particolare dell'acne sifilitica mi sono cominciato a preoccupare, ho letto infatti che la sifilide si manifesta dapprima con un "sifiloma", potrebbe essere quello che ho avuto in testa un "sifiloma"? è possibile che un "sifiloma" si presenti come sede sul cuoio capelluto? magari qualche ferita in testa ha permesso al batterio di penetrare, o sono solo tutte mie supposizioni? Ripeto il rapporto (solo orale) era avvenuto circa 3-4 giorni prima della comparsa di quel brufolo/cisti in testa, e dopo due mesi (cioè adesso) mi sono comparsi questi brufoli sulla fronte...
vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta e spero che potrete tranquillizarmi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'invito è quello di non fare autodeterminazioni di una situazione che nulla fa pensare (in linea teorica e non vincolante) ad un processo sifilitico.

Si determini con il suo specialista dermatologo di fiducia: la cosa migliore da fare.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 755XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore
la ringrazio per la sua celere risposta!
Sa a volte internet può essere un'ottima risorsa... ma in alcuni casi può anche essere causa di paure incontrollate e ingiustificate, soprattutto in soggetti tendenzialmente ansiosi come nel mio caso, diciamo che sono eccessivamente apprensivo per tutto ciò che è legato proprio alla pelle e alle malattie veneree! prima di leggere alcune pagine sulla malattia in questione ne conoscevo solo ed esclusivamente il nome, pensi un pò! Chiederò comunque al mio medico curante quale potrebbe essere l'origine di quest'acne un pò tardiva (ho 31 anni!).

cordiali saluti.