Utente 957XXX
Salve,

domenica (l'altro ieri) ho fatto qualche lavoro in giardino e infilando le mani nella terra, mi sono procurato un taglietto sul dito della mano destra con qualcosa che era nella terra.

Non me ne sono accorto subito; ho visto la terra "rossa" e non ho collegato subito che era il mio sangue. Poi ho sentito che avevo la mano appiccicosa, così ho visto che era piena di sangue ma non provavo molto dolore.
Così ho finito al volo di fare una cosa che stavo facendo e sono entrato in casa.

Ho prima lavato le mani con acqua corrente e sapone, poi dato che il sangue non smetteva di uscire, ci ho messo un cerotto e sono tornato a lavorare (con i guanti stavolta!!).
Quindi il primo lavaggio l'ho fatto mentre la ferita era ancora aperta, usciva sangue, e a distanza penso di 5min dal taglio stesso.

Dopo circa venti minuti ho finito e sono rientrato in casa, così la mia ragazza ha cominciato a fare storie, a dire che non bastava lavarmi bene, ma che dovevo anche disinfettarmi... allora ho tolto il cerotto e c'ho messo l'acqua ossigenata.

La ferita mi sembra come tutte le altre... normale, non è particolarmente arrossata e si sta già richiudendo, infatti oggi non porto nemmeno più il cerotto e sto bene, apparte un pò di mal di gola che ha iniziato ad infastidirmi da venerdi scorso (quindi prima del taglio sul dito).


Io sono stato vaccinato contro il tetano da bambino e ora ho 25 anni, quindi sono ormai più di cinque anni che non faccio il richiamo; non ho più fatto vaccini perchè essendo allergico alle paretarie, graminacee e olivi, feci il vaccino circa 10 anni fa e questo vaccino mi creò un sacco di problemi di reazione.
Così l'allergologo mi disse di evitare di fare altri vaccini in futuro, mi disse proprio "se devi andare all'estero, in un posto in cui devi per forza vaccinarti, bhe, non andarci perchè rischi più problemi a farti il vaccino".

Ho anche pensato di andare in ospedale in questi giorni, ma vorrei evitare il vaccino o i sieri, ho sentito parlare di antibiotici in pasticca per una profilassi da tetano, che ne pensate?

In ogni caso, credete che possa bastare quello che ho fatto? (cioè lavarmi con acqua e sapone nei primi minuti e disinfettare dopo circa 20 minuti) o rischio qualcosa?

C'è un modo viviso per capire se la ferita è infetta da tetano?


GRAZIE MILLE a tutti voi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
con l'antitetanica si resta sempre un po' protetti, nella peggiore delle ipotesi si contrae la malattia in grado attenuato.

Se il taglio a distanza di giorni non duole ed e' stato lavato subito con l'acqua, non si preoccupi piu' di tanto.

Bisogna anche vedere che terreno era, le spore del tetano sono piu' abbondanti nei terreni contaninati da deiezioni equine, nei cavalli e' un commensale.