Utente 112XXX
Ho 42 anni, ed ho scoperto di riavere gli stessi problemi che avevo a 20 anni.
Quando mi sono sposato avevo problemi nei rapporti con mia moglie, eiaculazione precoce al punto che talvolte non riuscivo nemmeno a penetrarla. Con il passare degli anni la cose è leggermente migliorata, ad oggi riusciamo ad avere dei rapporti discreti, molte volte anche brillanti.

Il problema nato circa un anno fà, quando dopo 18 anni di matrimonio, in cui io non avevo mai avuto un rapporto con una donna se non con mia moglie, mi è capitata un'altra donna. La cosa è stata disastrosa, una delusione totale (puetroppo non solo da parte mia). Nonostante l'ottima erezione appena ho iniziato a penetrarla in meno di di dieci secondi ho avuto l'eiaculazione.
Lo stress psicologico avuto e la vergogna mi ha portato ad allontanarmi dalla partner, non ho piu' avuto il coraggio di richiamarla, resomi conto anche della sua delusione.

Pensavo che dopo tanti anni, trattandosi della prima volta con un'altra donna fosse stato normale, invece mi è ricapitato un mese fa con una collega, e proprio oggi con la stessa collega mi è ricapitato.

Mi sento distrutto e mortificato, il pensiero che ogni giorno sto in ufficio con questa collega per me è uno stress continuo. Aiutatemi a capire quale è il mio problema come posso risolverlo. Questo problema mi stà turbando l'esistenza. Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
visto che questa precocità è presente con nuove relazioni ma non, ad esempio, con sua moglie, è chiaro che l'aspetto emotivo gioca un ruolo determinante.
Consiglierei una visita andrologica per inquadrare i dettagli del problema e identificare la strategia terapeutica più adatta a lei.
Ci faccia poi sapere.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è abbastanza normale che un soggetto con una "gestione della eiaculazione" non particolarmente "brillante" possa avere un impulso ad eiaculare quasi immediatamente quando si trova in situazioni particolari quali quelle della trasgressione sessuale occasionale.
Se lei intende proseguire sulla strada delle "scappatelle" si dovrebbe organizzare per avere una tempistica migliore facendosi consigliare da uno specialista le modalità farmacologiche disponibili
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Il mio medico al problema mi ha consigliato di provare con il cialis da 10 mg. Effettivamente ho notato dei netti miglioramenti ma non sulle tempistiche dell'eiaculazione, che purtroppo, non ho notato differenza alcuna. Ma sul fatto di aver potuto tranquillamente continuare il rapporto fino alla fine.
Secondo Voi se provo il viagra al cialis potrei avere dei miglioramenti sul tempo di eiaculazione?
Grazie