Utente 184XXX
Ho 41 anni, sono affetto da ipogonadismo primitivo (esame istologico “poche cellule germinali, spermatozoi assenti, rare cellule di leydig, effettuato a 23 anni) i valori di FSH e LH sono naturalmente elevati, il testosterone totale basso al limite minimo, testosterone libero circa 1/3 del normale. A 38 anni mi è stata diagnosticata una tiroidite di Hashimoto, la mia endocrinologa mi ha dato subito eutirox 50 poi 100, suggerendomi anche di iniziare una cura sostitutiva per il problema dell’ipogonadismo cosa che ho fatto inizialmente con le iniezioni di testoviron 250 ogni tre settimane poi sono passato ad androgel (transdermico) che è migliore, ora da circa un anno ho interrotto l’assunzione con la perdita di tutti i benefici datomi dalla cura, per un problema di insonnia, di torpore muscolare e sudorazione nelle ore notturne.
La mia domanda ora è questa, io sono stato fino ad 38 anni con un deficit di testosterone e perciò il mio fisico sta da molto tempo in questo stato (almeno dai 23 anni), ora come posso fare per ristabilire una normalità (peraltro auspicabile visti i lati positivi) senza però incorrere in tutti quegli effetti collaterali insostenibili? Spero di essere stato abbastanza chiaro nell’esporre il mio problema, questi alcuni miei esami molto recenti
FSH = 24,08 mUI/ml
LH = 9,40 mUI/ml
Estradiolo 17-beta <18 pg/ml
Prolattina 10,06 ng/ml
Testosterone totale 3,53 ng/ml
Testosterone libero 10,5 pg/ml
SHBG =20,4 nmol/l
Cariotipo = normale
Ft3 = 4,23 pg/ml
Ft4 = 1,38 ng/dl
Tsh = 7,519 uUI/ml
Ab anti tireglobulina 591 UI/mL
Ab anti tpo 30 UI/mL
( ho sospeso anche l'eutirox da quasi un anno perché non sapevo più cosa fare per l'insonnia)
A dimenticavo, ora l’insonnia è passata.
Vi ringrazio da ora per il consiglio che mi vorrete darmi. Pierluigi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
Lei dovrebbe riprendere l'assunzione sia del testosterone
che della L-tiroxina (Eutirox)in quanto
il suo organismo è carente di questi ormoni che sono
necessari per fare funzionare "al meglio" tutto il metabolismo di tutti gli organi (ossa, fegato, cuore, cervello etc. etc.). Per quanto riguarda l'insonnia e
gli altri sintomi da Lei lamentati nel corso della terapia essi potrebbero essere dovuti ad una dose eccessiva dei farmaci e per verificare ciò basta eseguire i dosaggi ormonali durante la terapia ed eventualmente modificare la posologia.
Ci tenga informati.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
concordo pienamente con quanto afferma il Collega Giambersio.
Risenta la sua endocrinologa ed esponga i disturbi, che ha esposto a noi, in corso di terapia.
Credo che sia solo una questione di "calibrare" meglio le dosi.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con i colleghi
[#4] dopo  
Dr. Salvatore Macaluso
24% attività
0% attualità
0% socialità
CAMPOFELICE DI ROCCELLA (PA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Caro utente ,

l'insonnia penso che dipendeva dall'assunzione di Eutirox ,probabilmente perchè preso con dosaggio eccessivo ( a tal proposito ne parli con la sua endocrinologa) .
Il Testoviran, invece, penso che lo si possa assolvere , almeno per quanto attiene l'insonnia. In ogni caso concordo con i colleghi che lei ha bisogno di assumere entrambi i farmaci .
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentiel Utente,
la Sua decisione, mi pare di capire presa aunomamente, di sospendere le terapie prescritte non è condivisibile.
Qualsiasi fosse stato l'inconveniente insorto.
Non le rimane, a mio parere, che sottoporsi urentemente ad un nuovo screening endocrinologico in grado di indicare farmaci e dosaggi necessari.
Lei potrebbe vivere una vita del tutto normale...perchè non provarci?
Davvero tanti affettuosi auguri per tutto.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
caro lettore,
anch'io concordo sulla necessità di riprendere , senza altri indugi, una attenta monitorizzazione endocrinologica come lo richiede la sua situazione clinica complessiva.
Ancora un cordiale saluto.