Utente 962XXX
Egregi dottori, so che la domanda che farò non è strettamente pertinente alla vostra professione, ma visto che non riesco a cavare un ragno dal "buco di internet" vi rivolgo il seguente quesito.
Essendo diabetico, lo leggerete nelle mie precedenti domande, misuro la glicemia con glucometro ma confrontando i risultati tra la misurazione effettuata con lo stesso e quella rilevata dagli esami vi è una notevole differenza: quasi il 38% in più a favore del laboratorio.
Ho cambiato il glucometro (più di uno), ho eseguito misurazioni preticamente contemporaneamente al prelievo e la differenza resta la stessa.
Ero evinto dal fatto che vi fossero delle differenze dovute dalla misurazione con sangue intero (glucometro) e siero (laboratorio), tipo di glucometro (riflettometro o "elettrico"), ecc. ma credevo che si limitassero al 10-20%.
Allora vi chiedo: che senso ha stabilire la glicemia con il glucometro quando la differenza è così grande? Esistono glucometri più affidabili?
Grazie per l'interessamento e cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Piazza
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
scusi l'intrusione visto che non mi occupo di tale specialistica, ma avendo tra i miei pazienti anche diabetici,che mi hanno rivolto la stessa domanda,mi permetto di dare un mio parere. Il risultato della misurazione attraverso i dispositivi portatili è di MASSIMA!! ovvero non è al 100%attendibile come il laboratorio. Infatti saprà bene che la valutazione del trend glicemico, è sempre valutata attraverso esame laboratoristico.
Cordilamente Dr. Giovanni Piazza
[#2] dopo  
Utente 962XXX

Iscritto dal 2006
Grazie per la risposta.
Certamente so che la diagnosi e l'efficacia della cura vengono valutate con le analisi di laboratorio.
Sa com'è, un paziente si misura la glicemia e trova 101 e poi il laboratorio segnala 140 mg/dl... si resta male!!
Con quello che costano le strisce reattive....
Grazie ancora e saluti