Utente 112XXX
Salve Gentili Signori, sono un altro utente pronto a stancarvi con i miei sciocchi problemi.
Devo essere sincero, ho mentito nel momento dell'iscirzione, sono un minorenne, ho quindici anni.
I miei complessi sono incentrati sul fatto che ho quindici anni e ho il pene di quindici centimetri.
Lo so, è perfettamente nella media italiana eccetera eccetera, ma volevo chiedervi se è possibile che io a quindici anni io abbia sviluppato il mio pene massimamente.
Includo delle informazioni sul mio conto: sono alto 185 centimetri circa, ho molta barba (ma credo che quello dipenda dal fatto che sono un ragazzo molto peloso), però non noto come negli altri il pomo d'adamo.
Arrivo al dunque: è possibile che io non abbia ancora finito lo sviluppo e che dunque le dimensioni del mio pene aumenteranno?

Mi scuso per la sciocca domanda ma sono un adolescente con i soliti complessi da adolescente! Ringrazio tutti coloro che troveranno la pazienza di rispondermi. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Leonardo Di Gregorio
28% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Le dimensioni del tuo pene sono nella norma, è anche possibile che tu ancora debba completare lo sviluppo ma quello che mi preme dirti è che potrai vedere il tuo pene da "adulto" solamente quando avrai una attività sessuale regolare ed allora ti conoscerai meglio e non ti stresserai con queste argomentazioni. Ciao
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

a 15 anni non è ancora finita la completa maturazione del suo apparato uro-genitale.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa discussione, le consiglio di consultare anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili a questi indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=69473

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Comunque quadri clinici particolari come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una semplice e-mail e richiedono sempre una attenta valutazione clinica diretta . A questo punto, vista la sua età, ne parli con i suoi genitori e poi consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo "malessere", potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com