Utente 143XXX
Gent.mo dottore, io e il mio compagno stiamo cercando di concepire un figlio da circa 7 mesi. Avendo io 38 anni e lui 39 ci siamo sottoposti ad accertameni che hanno portato il seguente risultato: io dagli esami fatti ho ovulazioni regolari, le tube sono aperte (ho fatto un'isterosalpingografia) ed ho una piccola ciste di 2cm di natura endometriosica all'ovaia di sx, che il mio ginecologo dice non essere influente al non concepimento.
Lui: spermiogramma, tampone uretrale, doppler: risultato finale: astenozospermia medio/grave; l'andrologo si è limitato a dargli del carnitene e a suggerirci se proprio volevamo il bimbo, la fecondaz. assistita.
Io non me la sento di farlo così. Possibile che non esista una cura affinchè questi spermatozoi "pigri" si sveglino un po'?
Non si può cercare la causa di questa immobilità e curarla, visto che il numero prodotto è molto alto?
Il mio compagno circa 18 anni fa aveva concepito un figlio con la sua ex moglie. Poi qualche anno fa ha avuto un incidente d'auto che lo ha costretto all'immobilità per circa 6 mesi (aveva rotto una vertebra, la d12).
Potrebbe l'astenozoospermia essere un conseguenza di questo incidente?
Mi dia un suo parere per cortesia.
Spero di sentirmi dire ciò che vorrei! La ringrazio e la saluto cordialmente
DANIELA

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pasquale Carpenito
24% attività
0% attualità
0% socialità
CASERTA (CE)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Cara Sig.ra Daniela,
l'astenozospermia molto probabilmente è legata ad infezioni e/o infiammazioni di natura uretro-prostatiche.
Sarebbe opportuno effettuare la Spermiocoltura +visita prostatica.

Potrebbe iniziare una terapia a base di antinfiammatori
Mictasone supp.: una supp la sera per 15 gg.


Dott.Pasquale Carpenito

www.impotenzaonline.org