Utente 188XXX
salve, vorrei chiedere cortesemente se da un esame ETG scrotale è possibile visualizzare tumori del testicolo, o se l'esame non è sufficente per una simile diagnosi. grazie per l'attenzione!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
assulutamente si.
Dopo la palpazione del testicolo l'ecotomografia con colordoppler ci permette di visualizzare ogni neoformazione intratesticolare e di valutarne dimensioni e vascolarizzazione.
Esistono anche esami del sangue specifici che ci aiutano ulteriormente (marcatori tumorali).
La diagnosi di certezza in presenza di noduli testicolari resta sempre e comunque chirurgica.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Caro Utente,

assolutamente in accordo con il Collega che mi ha preceduto.

Molto cordialmente

Dr. Carlo Pastore
[#3] dopo  
Dr. Salvatore Macaluso
24% attività
0% attualità
0% socialità
CAMPOFELICE DI ROCCELLA (PA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
Concordo anch'io con i colleghi che mi hanno preceduto . Aggiungo solo il consiglio
di eseguire ,prima della ecografia, (e qualora non lo abbia già fatto) una visita urologica . "Il fai da te" ( ho un dubbio : ricerco l'esame giusto per togliermelo) facilmente può far cadere in errore.
[#4] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2006
grazie a tutti per la cortese attenzione!
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che gli esami strumentali, sia ecografici che velocimetrici Doppler, debbano sempre essere preceduti da una visita clinica che preveda, e sempre, sia la raccolta dei dati anamnestici che l'esecuzione di un completo esame obbiettivo. Completo significa che non si limita all'apparato genitale ma interessa tutti gli altri organi ed apparati.
Naturalmente, ed a maggior ragione alla Sua età, tutto parte dal primo contatto con lo Specialista Andrologo e con l'esecuzione di tutto lo "screening" andrologico necessario al corretto inquadramento dello stato dell'apparato genitale.
Volendo rimanere nell'ambito della patologia neoplastica, direi che molti esami specialistici e costosi (markers tumorali) risultano di indubbia utilità solo dopo una diagnosi di certezza per la valutazione dell'effetto terapeutico (sia esso chirurgico che medico), ma non come indagini di prima scelta per la diagnosi precoce tumorale.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO