Utente 104XXX
Gentili dottori,

circa un mese e mezzo fa si sono manifestati dei dolori durante la minzione che sono continuati per circa una settimana; recatomi dal mio medico di base questi mi ha prescritto NORFLOXACINA EG 400 mg per 7gg dopo aver fatto un'analisi delle urine (risultate negative). Durante il trattamento i dolori sono pressoché spariti ma una volta smesso di prendere l'antibiotico sono ricomparsi collegati ad un bisogno frequente di orinare, prurito alla zona perinale (specialmente di prima mattina) e ad un fortissimo dolore durante l'eiaculazione.

Fatta delle altre analisi delle urine (ancora negative) il medico di base mi ha prescritto un'ecografia dell'addome e dello scroto dalle quali tutto è sembrato nella norma tranne per delle vene dilatate nel testicolo sinistro e quindi varicocele.

Recatomi dall'urologo questi, dopo avermi visitato sul lettino, mi ha riscontrato un'infiammazione della prostata (dicendo che non ho mai avuto alcuna infezione, essendo risultate le analisi sempre negative) dovuta principalmente al mio stile di vita (studente, molte ore del giorno seduto, uso di bici e scooter) curabile con 5/6 gg di ciprofloxaxina e 40/45 gg di un integratore a base di cranberry da prendere alla sera prima di coricarsi a vesciva vuota. Nel frattempo mi ha detto di evitare rapporti sessuali/masturbazione (che avevo già sospeso da 3 settimane per i forti dolori riscontrati) e aspettare anzi ad averne 10-15 gg dalla fine del trattamento con l'integratore (quindi 60 gg dalla visita). Mi ha inoltre consigliato di fare uno spermiocultura per i rischi del varicocele (e mi ha consigliato di togliere il frenulo perchè risultato corto, ma questa è un'altra storia!).

Le mie domande sono queste:

- da anni mi hanno sempre dato fastidio i boxer troppo stretti che durante la giornata e mentre sono seduto li sento come tirare; possono essere stata una concausa? Se sì che intimo dovrei indossare premettendo che anche gli slip mi stanno scomodi? (di notte dormo solitamente senza)

- è davvero possibile a 22 anni che la prostata si infiammi per lo stare seduto e per l'intimo troppo stretto?? riconoscendo che preferisco questa diagnosi ad un'infezione, mi sembra abbastanza strano..

- se davvero fosse causato da questo stile di vita, cosa posso fare in futuro affinchè non si ripresenti?? dovrò convivere con il rischio di ricomparsa di prostatite per sempre??

- ho letto in internet che la prostatite si accompagna a febbre, brividi, dolori allo stomaco..io ad oggi l'unico "dolore" che ho è al testicolo sinistro (che è quello delle vene dilatate ed è un po' più basso di quello destro) ma anche quelli durante la minzione sembrano andare e venire..

Vi ringrazio se riuscirete un po' a chiarirmi le idee perchè sono parecchio confuso! grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
anzitutto nelle prostaiti l' esame urine può essere negativo e l' atteggiamento derl collega è statoi corretto. Per il resto faccio copia incollaq che così capisce meglio.

da anni mi hanno sempre dato fastidio i boxer troppo stretti che durante la giornata e mentre sono seduto li sento come tirare; possono essere stata una concausa? Se sì che intimo dovrei indossare premettendo che anche gli slip mi stanno scomodi? (di notte dormo solitamente senza). NO IN ENTRAMBI I CASI

- è davvero possibile a 22 anni che la prostata si infiammi per lo stare seduto e per l'intimo troppo stretto?? riconoscendo che preferisco questa diagnosi ad un'infezione, mi sembra abbastanza strano.. PER LKO STARE SEDUTOP SI PER IL RESTO GIA RISPOSTO

- se davvero fosse causato da questo stile di vita, cosa posso fare in futuro affinchè non si ripresenti?? Sport, evitare piccanti, fritti insaccati, fumo alcoolici, bici e scooter

dovrò convivere con il rischio di ricomparsa di prostatite per sempre?? Può succedere che recidivi la prostaite, ma il suo è catastrofismo.

- ho letto in internet che la prostatite si accompagna a febbre, brividi, dolori allo stomaco..io ad oggi l'unico "dolore" che ho è al testicolo sinistro (che è quello delle vene dilatate ed è un po' più basso di quello destro) ma anche quelli durante la minzione sembrano andare e venire. Caro signore, i tipi di proswtaite sono 4, lei ha quello con disturbi vaghi senza febbre. Esiste.
[#2] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dott. Cavallini, La ringrazio per la pronta risposta e riconosco forse l'eccesivo catastrofismo ma forse fra noi giovani uomini c'è una scarsa cultura di quelli che sono i rischi per l'apparato riproduttore e la sua prevenzione perciò anche una banale prostatite può mettere più paura del dovuto!

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Trtanquillo, che il decorso di prostatite è influenzato da tranquillità
[#4] dopo  
Utente 104XXX

Iscritto dal 2006
Ah, un'ultima domanda: durante questi 60 gg i rapporti sessuali sono sconsigliati "solo" per i probabili dolori durante l'eiaculazione o anche perchè potrebbero andare ad acuire l'infiammazione?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Potrebbe acuire l' infiammazione