Utente 113XXX
Salve, gentili dottori. Vi spiego il mio problema. Da oramai molti mesi soffro di alitosi persistente. Ho 21 anni, e me ne sono reso conto per numerosi fattori. Ho notato di avere la lingua spesso molto bianca, secca, e un sapore amarognolo continuo in bocca. Pensando fosse candida, ho provveduto a fare un tampone, con esito tuttavia negativo. Non ho alcun problema intestinale, nè reflusso, nè acidità. Mi sono intoltre accorto che ogni qual volta uso il filo interdentale in tutti i denti inferiori (cioè tutta l'arcata bassa, attaccata alla mandibola), il filo emette un cattivo odore davvero forte, nauseabondo, quasi da far perdere i sensi. Mentre se lo passo nei denti superiori (cioè tutta l'arcata che sta in alto), il filo non fa alcun odore. Fra l'altro i denti inferiori spesso e volentieri sanguinano. Non ho mai fatto ponti, ricostruzioni, otturazioni... Ho sempre avuto i denti dritti, non ho mai portato alcun apparecchio. Tuttavia mi sono accorto che ho una mola, cresciuta da qualche anno (credo il classico dente del giudizio), molto storta. Poichè quindi il tampone ha escluso la candida, ed escludo quasi certamente problemi digestivi, credo il problema derivi dai denti. Non ho carie comunque... Ho anche fatto 5 mesi fa una pulizia dei denti, così da eliminare il tartaro. Da cosa può derivare questo alito così cattivo, che dura per tutto il giorno? Ho solo 21 anni, e non so cosa fare... tutto ciò logora la mia vita privata e mi rende molto ansioso... Potreste darmi un consiglio su come agire? Grazie a tutti!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Graziano
32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Gentile Paziente,
le consiglio una visita specialistica parodontale.
Dal suo racconto è infatti possibile intuire almeno una gengivite persistente. La gran parte dei problemi di alitosi sono dovuti a problemi parodontali, la cui ancata cura può portare a danni irreversibili.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Dottore, purtroppo io non sono molto esperto in materia. Quindi non saprei cosa fare... Devo chiedere al mio medico curante? Se sì, devo farmi prescrivere da lui una visita specifica, o altro?
[#3] dopo  
Dr. Antonio Graziano
32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Deve recarsi in visita da un odontoiatra che si occupi di parodontologia.
Si può rivolgere anche al Policlinico Universitario della sua città.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Ho bisogno di una richiesta del mio medico curante per l'odontoiatra e/o nel caso mi volessi rivolgere al policlinico? Intendo se ho bisogno della classica "ricetta"! Grazie per le risposte!
[#5] dopo  
Dr. Antonio Graziano
32% attività
0% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Il curante dovrebbe farle un'impegnativa per visita specialistica odontostomatologica.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Ho seguito i consigli del Dr.Graziano e mi sono recato presso il Policlinico di Palermo. Dopo la visita ho dovuto fare una rx endorale del 6°e 7° inferiore e una ortopantomografica. Dall'rx endorale non è emerso nessun particolare problema, eccetto che le gengive gonfie. Adesso sto aspettando che mi consegnino l'ortopantomografica e di poter essere nuovamente visitato. Avrei comunque due domande da porre: la parodontite è causa della lingua bianca? E come mai se con le dita provo a spostare la gengiva dell'ottavo inferiore (quello che probabilmente verrà estratto), essa si stacca dal dente e riesco a vedere anche lì delle parti bianche?