Utente 600XXX
gentilissimi dott.
Sono una ragazza di 24 anni.
Vi espongo subito il mio problema che mi sta in questo momento tormentando.
Ieri pomeriggio mi è iniziato un dolore che è andato man mano aumentando nell'incavatura della gamba sinistra, nelle quale ho scoperto un pezzo di vena rialzato al tocco, da lì il dolore si è diffuso a tutta la gamba e anche a quella destra, e mi sembra che sul ginocchio sinistro è un po' gonfio al tatto (ma leggermente),e dalla gamba sinistra non riuscivo nemmeno a camminare perchè mi duoleva e mi sentivo tirare, come se avessi un cordone lungo la gamba che mi tira, e dolori nella zona lombare. addormentatami la sera con dei brividi di freddo e con le gambe un po' sollevate, mi sono risvegliata verso le 3 del mattino perchè mi sentivo le orecchie e la faccia come infuocati, e toccandomi nel lato della tempia sinistra dove c'è la vena mi faceva male... siccome poi la sensazione di fuocore era estesa a tutto il corpo (specialmente al viso), ho misurato la febbre e avevo i decimi. Quindi mi sono recata al pronto soccorso un po' spaventata, infatti avevo la pressione alta. Mi hanno fatto un lavaggio, e mi hanno controllato le gambe, ma mi ha detto il medico di turno che pensava (prima di vedere le mie gambe) che poteva essere flebite, ma poi siccome non erano gonfie ma solo molto calde, mi ha detto alla fine che crede che debba indagare dal punto di vista reumatologico. Mi hanno fstto le analisi dove è stato riscontrato soltanto che ho una coagulazione del sangue più lenta del normale.
Oggi continuo a non sentirmi bene, e cmq il medico mi ha consigliato un ecodoppler.
Comunque soffro di dolori alle gambe in alcuni periodi, specialmente quando mi arriva il ciclo. Da ieri ho iniziato a prendere anche antistax/venoruton.
Potete voi indicarmi se questa è flebite, poichè ho molto dolore, come non mai.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
l'unico modo serio per sapere se coesiste una flebite è proprio un ecodoppler.
In ogni caso la sintomatologia impone accretamenti di ordine immunologico.
[#2] dopo  
Utente 600XXX

Iscritto dal 2008
grazie per la risp. dott.
ieri sn stata dal mio medico curante che in base alle analisi fatte all'ospedale (nelle quali avevo linfociti, neutrofili, i.n.r., e attività protombinica e glucosio un po' fuori dalla norma)e ovviamente dai dolori che le riferivo alle gambe, anche se mi sono usciti soltanto due lividi, (ma io sentivo un dolore pazzesco, che per fortuna è andato scemando),la febbre continuo ad averla non alta ma decimi che mi si alzano ed abbassano, mi ha prescritto alcuni tipi di analisi: emocromo con formula e piastrine, ves, tas, pcr, ra test fosfatasi alcaline, cpk.