Utente 836XXX
salve, ho 37 anni, sposato da un anno dopo 15 di fidanzamento.da pò di tempo faccio sempre più caso che durante i rapporti sessuali con mia moglie, nei cui confronti l'attrazione è invariata, ho difficoltà a mantenere l'erezione ad un livello tale da potere penetrare, specie se sono io sopra di lei.preciso che, per una storia di attacco di panico patita nel 2006, ancora oggi assumo un antiipertensivo (tareg 80) al giorno, 6 gocce di xanax 0,5 al giorno, e mezza pasticca di entact sempre al giorno, terapia che il medico curante mi ha sconsigliato per ora di interrompere nonostante il tempo passato e che, sopratutto di recente, gli attacchi di dap sono del tutto svaniti. questi farmaci possono influire sul problema di mantenimento dell'erezione?
preciso anche che sono fumatore e che sono in sovrappeso. adesso il problema si fa più serio perchè stiamo progettando di avere un figlio e il fatto di vedere il pene perdere erezione se non costantemente stimolato manulamente o oralmente e specie se sono io sopra mia moglie sta diventando un handicap anche piscologico. eppure il desiderio sessuale e la libido c'è eccome, capita spesso di alzarmi la mattina con la classica erezione.
che fare? grazie per l'attenzione che vorrete prestarmi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
fumo e "ciccia" sono senz' altro più pericolosi per il suo stao erettile che i farmaci chde assume. L' erezione mattutina ha poco significato. Consulti un collega in diretta per vedere cosa succede esattamente.
[#2] dopo  
Utente 836XXX

Iscritto dal 2008
la ringrazio per la risposta celere; in effetti posso immaginare come ciccia e fumo influiscano negativamente sul problema che ho esposto, il lavoro stressato di funzionario che conduco al momento, nonostante i reiterati tentativi di smettere di fumare e perdere peso intrapresi, non mi danno un aiuto.
certo adesso il desiderio di un figlio diventa una cosa preponderante, ecco perchè vi chiedo anticipatamente devo ricorrere alla cura di un andrologo, o basta solo che smetta di fumare e dimagrisca?
eppoi, i farmaci che assumo sono comunque un problema
confido in altra risposte
e grazie ancora