Utente 189XXX
Gent.li dottori, circa 15gg fa sono stato in ospedale per effettuare una visita urologica in quanto il mio problema principale è (anzi è meglio dire era) l’eiaculazione precoce, il medico nella sua diagnosi ha riscontrato la brevità del frenulo balano prepuziale e didimi ipotrofici. Terapia consigliata: frenulo plastica. Quello che volevo sapere è se l’ipotrofismo delle gonadi è una cosa preoccupante e se può causare/favorire l’eiaculazione precoce. Premetto che le gonadi da che mi ricordi non hanno mai avuto delle ‘grandi’ dimensioni infatti fisicamente mi posso considerare un po’ sotto la media (statura non elevata, volume osseo più piccolo rispetto ad altri, pochi peli, localizzazione adiposa più elevata intorno alle gambe anziché addome, ecc). Leggendo un po’ su internet ho letto dell’emocromatosi e la cosa mi sta preoccupando un pochino. Per finire aggiungo che nessun medico durante le varie visite che ho effettuato in età adolescenziale (sempre legate al problema crescita, che preoccupava un po’ i miei genitori) mi ha mai consigliato di effettuare esami specifici tipo eco color doppler scrotale, cariotipo, dosaggi ormonali, ferritina, se non quello sull’ormone della crescita (prelievo di sangue ogni ora nell’arco dell’intera giornata) dall’esito (mi sembra) normale . Spero di essermi spiegato il più chiaramente possibile ed in attesa di una Vs gentile risposta porgo distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
premesso che il volume testicolare non ha nulla che vedere con i disturbi eiaculatori che lei lamenta,
credo che sia il caso di rivolgersi ad uno Specialista Endocrinologo proprio per una valutazione corretta della sua situazione sia genitale ma anche generale del suo organismo.
Si rivolga eventualmente al Medico di famiglia per avere un consiglio sullo Specialista a cui rivolgersi.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
sono perplesso e sconcertato. Ma come è possibile "liquidare" un paziente da un ambulatorio ospedaliero con diagnosi di "ipotrofia testicolare" senza prospettare un serio e scrupoloso iter diagnostico-clinico e strumentale??? E per giunta proponendogli una plastica del frenulo!!! Come se questo fosse davvero il problema da risolvere....
Ora le cose sono due: o lei non ha compreso i termini adoperati dal Collega (è sicuro del termine ipotrofia?) oppure ...siamo di fronte ad un evento davvero preoccupante...per non dire altro!
Non Le rimane che parlare con un medico di fiducia, il Medico di Base ad esempio, per cercare un Collega specialista endocrinologo o andrologo che abbia davvero voglia di interessarsi dei pazienti e di fare il Suo mestiere (per il quale viene pure pagato!).
Davvero affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO

[#3] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2006
Gent.le Dott. Martino, il termine usato è corretto, l'unica domanda che mi è stata fatta dall'urologo è se ho sempre avuto le gonadi piccole e da che mi ricordi io hanno sempre avuto le stesse dimensioni e non mi hanno mai dato problemi. Lei dice che mi devo preoccupare seriamente??
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non è la mia risposta che dovrebbe indurLa ad approfondire la questione, quanto la laconica affermazione del Collega che L'ha visitata.
Non saprei dirLe di cosa si tratta ... situazione fisiologica? patologica? di completa normalità?
Una cosa è certa: non si emette una diagnosi di ipotrofia testicolare senza che a ciò segua un approfondito iter diagnostico-strumentale.
La mia risposta era tesa solo a stimolarLa in questo senso...perchè stimolare il Collega credo che serva a ben poco.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO