Utente 968XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 30 anni. Da quando avevo 20 anni ho iniziato a perdere i capelli. Mi sono rivolto a molti dermatologi fino ad arrivare all'ospedale di Verona nel reparto di tricologia e dermatologia e dove all'epoca 8 anni fa mi hanno prescritto il propeccia associato al minoxidil. Tra alti e bassi gli anni sono passati e ho mantenuto la mia chioma. Nessuno fino a qualche mese fa avrebbe pensato che ho un problema di capelli.Si nota il diradamento solo se li sollevo anche sopra le orecchie e sopra il collo (li porto lunghi 8-9 cm).
Ho avuto nel corso degli anni anche problemi di prurito alla testa ma che riesco a controllare con un antistaminico che prendo 2 volte la settimana in alcuni periodi 1 volta a settimana e lavando i capelli tutti i giorni con un buon shiampoo
Fin qui tutto bene ma a dicembre ho cominciato ad avere dei fastidi ad un testicolo ho fatto tutti gli esami del caso e visite da urologi tutto ok il fastidio era dovuto ad un problema articolare alla schiena.
In quel periodo ho deciso di sospendere l'uso della finasteride continuando però ad usare il minoxidil al 5% viste le notizie che circolavano in internet sugli effetti negativi di tale farmaco (propecia) e spaventato dal dolore al testicolo e dagli effetti che 8 anni di assunzione mi potevano aver procurato. Adesso sono passati 5 mesi dalla sospensione e i capelli si sono fatti molto fini e noto una caduta abbondante ma meno di 100 capelli su tutta la testa compreso sopra le orecchie e sopra il collo alla base della nuca.

Che posso fare riprendere il propecia e andare avanti così per anni o è una caduta stagionale aprile maggio (anche negli anni passati durante la cura in alcuni periodi cadevano i capelli anche abbondantemente). La finasteride è veramente sicura? si può usare a giorni alterni per limitare i danni? Nella mia famiglia solo il nonno materno era calvo ne i miei genitori ne i miei molti cugini e zii hanno problemi di capelli. Chiedo un parere a voi esperti. grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

La riprogrammazione della terapia farmacologica per la Calvizie va effettuata proprio dal suo dermatologo che può conoscere e valutare bene il suo caso;

assumere finasteride a giorni alterni no nserve a nulla vista la sua emivita plasmatica (la concentrazione del faramco nel sangue); la familiarità è sicuramente un dato importante ma non esclusivo per una valutazione della Calvizie che si chiama appunto andro-genetica e non solo genetica.

cari saluti

[#2] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro utente
la prescrizione della terapia è il risultato dell'incontro tra diagnosi, condizioni cliniche ed obiettivi da raggiungere, e va concordata in occasione di una completa ed esaustiva visita con l'immancabile colloquio con il paziente.
tutto ciò non può e non deve avvenire al di fuori del medesimo tetto che per un certo tempo copre contemporaneamente le teste del medico e del paziente.

cari saluti