Utente 113XXX
Gentili dottori, innanzi tutto scusate il mio linguaggio ma cercherò di essere il più esplicito possibile per essere consigliato meglio. Circa un mese fa ho avuto un contatto con una ragazza che lavora in un locale di strip-tease e che potrei quindi considerare "a rischio malattie". Le intenzioni non erano quelle di avere un rapporto completo e quindi non indossavo il preservativo. C è stato però un contatto SENZA penetrazione tra il mio glande e le sue parti intime (ribadisco, solo un contatto) durato credo intorno ai 15 secondi pressapoco, quando mi sono accorto del pericolo e mi sono fermato. Ora la cosa mi angoscia e vorrei sapere se e quali malattie sessualmente trasmettibili potrei avere contratto (per il momento non presento alcun sintomo, ma so che ci sono malattie asintomatiche), quali test dovrei svolgere e in che tempi??
Vi ringrazio anticipatamente per l' ottimo servizio svolto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

a questo punto bisogna sentire il suo medico curante e su suo consiglio fare un pannello ragionevole ed il più completo possibile per escludere una possibile malattia a trsmissione sessuale.

Per MTS si intede un numero di oltre 20 malattie causate da batteri, virus, funghi o parassiti che si trasmettono tutte per via sessuale (HIV e AIDS, Chlamydia, Condilomi acuminati, Epatite virale, Gonorrea, Herpes genitale, Micosi, Sifilide, Trichomonas genitale ,ecc,ecc)

Nel frattempo comunque se desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi, anche di questa "natura" e che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
sono puttosto dubbioso sul fatto che una visita col mio medico di famiglia possa risolvere questa situazione, anche perchè, come detto, non presento sintomi.
Immagino quindi sia più opportuno effettuare delle analisi del sangue specifiche; so che esistono centri che svolgono questo servizi, ma quali esami dovrei svolgere in particolare per togliermi ogni dubbio?
La ringrazio ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

come ho cercato di farle capire, il problema non è così semplice da poterle indicare, tramite una semplice e-mail e senza una valutazione clinica in diretta, quali sono gli esami da fare.

Quindi consulti il suo medico di medicina generale che, esaminato in prima istanza il suo problema clinico reale, potrà eventualmente indicarle le indagini ematochimiche più mirate da fare od indirizzarla, se lo riterrà utile, verso una valutazione specialistica.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com