Utente 110XXX
Buongiorno,
valutando lo spermiogramma, mi chiedo se i parametri fissati dall'OMS siano fissati un po' al rialzo rispetto la concreta realtà. Nel senso che per la valutazione morfologica il limite di > 30% di spermatozoi normali sia un po' alto essendo appunto una media globale e che forse nell'area occidentale possa essere accettato un valore più basso intorno al 14-15%. Vorrei conoscere la vostra opinione e se ci sono studi in materia.

grazie.
[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
20% attualità
16% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
gentile lettore,
esistono due criteri formali su cui si basa la valutazione della morfologia degli spermatozoi: i valori riportati sul manuale WHO e i cosiddetti criteri restrittuvi di Kruger (spermatozoi normali, e con anomalie testa, coda, testa+coda). Per questo seecondo criterio è utilizzato un valore soglia del 14% per gli spermatozoi normoconformati nel soggetto normale.
Mi auguro di aver risposto alla sua domanda.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

già dal 1999 l'OMS , accogliendo i criteri più restrittivi dettati da Kruger che risultano anche più selettivi e soprattutto più correlati alla capacità di fecondare un ovocita da parte di uno spermatozoo, ha portato la percentuale al 14-15% come valore normale.

Questo ci fa capire perchè laboratori che parlano di normalità morfologica al 60,70, 80 o addirittura 90% possono essere considerati non aggiornati.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com



[#3] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Quindi, se dallo spermiogramma fatto, risulta una percentuale del 13% di spermatozoi normoconformati e un indice ARIC pari al 15%, posso considerarmi un soggetto fertile, in grado di indurre una gravidanza naturale?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

questi parametri devono però essere valutati secondo le ultime indicazioni date dall'OMS.

Poi si ricordi che una gravidanza "naturale" non dipende solo da un esame del liquido seminale.

Infine, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com