Utente 106XXX
Salve a tutti
Sono un ragazzo di 19 anni con un problema di erezione
Circa 4 mesi fa, ho iniziato ad avere questo problema in seguito ad un rapporto dove non sono riuscito a raggiungere e a mantenere un erezione totale(forse perche la mia partner era assai più esperta di me e io avevo molte paure, come quella di raggiungere l’eiaculazione troppo presto). Da allora ho perso totalmente fiducia in me stesso. inizialmente pensavo che il problema derivasse dal fatto che abusavo di marijuana, ma dopo aver smesso l’assunzione di questa sostanza la situazione non è migliorata. Allora decisi di consultare un andrologo, che dopo avermi visitato mi riferì che secondo lui il mio problema fosse solo psicologico e non fisico, e quindi secondo lui dovevo solo cercare di stare tranquillo ed evitare rapporti per circa un mese. Purtroppo questo non si è rivelato efficace. psicologicamente sto molto giù (potete immaginare come si può sentire un ragazzo di 19 anni con un problema del genere???), ma soprattutto ho paura che il mio problema sia fisico, e rimediabile solo con pillole o interventi chirurgici..aggiungo che ultimamente questa situazione mi è proprio insopportabile, e ho quasi perso del tutto la mia voglia sessuale..COSE NE PENSATE??? COSA MI CONSIGLIATE??? CHE TIPO DI CONTROLLI POSSO FARE PER CAPIRE SE E’ DAVVERO UN PROBLEMA PSICOLOGICO OPPURE FISICO??? QUANTO COSTANO (sono uno studente universitario, quindi per me è importante sapere il costo di questi controlli)??? QUANTO SERVONO LE ERBE CHE POSSONO ESSERE ACQUISTATE IN ERBORISTERIA E CHE SI DICE ALZINO LA LIBIDO???
VI PREGO DI AIUTARMI PERCHE VIVO DAVVERO MALE….

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

chiede troppe informazioni alcune impossibili da definire in questa sede.

Alla sua età e da quello che ci dice sulle conclusioni diagnostiche fatte dal collega che l'ha valutata in diretta noi poco possiamo dirle se non quello di cambiare eventualmente andrologo se ha avuto la sensazione che il collega che l'ha valutata non sia stato "all'altezza".

Sul costo dei controlli si ricordi che, soprattutto a Bologna, esistono numerose strutture pubbliche o convenzionate in cui i costi si riducono ad un semplice ticket.

Detto questo poi, nell'attesa di consultare eventualmente un altro esperto andrologo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
in effetti da quanto ci dice (e senza il beneficio di una visita diretta) vi sono forti possibilità che si tratti di un problema su base emotiva. Se anche così in effetti fosse vi sono svariate strategie che si possono mettere in campo per superarlo BRILLANTEMENTE, e che non prevedono di "evitare rapporti per circa un mese".
Concordo in una valutazione in prima istanza in ambito Andrologico; qualora non si fosse trovato soddisfatto consideri la possibilità di una seconda opinione presso un altro specialista.
Ci faccia poi sapere.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se il suo andrologo ha fatto diagnosi di deficit erettivo su base psicogena avrà avuto le sue ragione., Tenjhga presentaùe che alla sua età è la causa più comune. Persoinalmente mi baso molto sulla storia clinica piuttosto che su esami in ragazzo giovane. Consulti un sesuoplogo od un psicologo per il suo problema.