Utente 193XXX
Gentilissimi dott.,
chiedo la Vostra impressione in merito a tale spermiogramma (è stata eseguita anche la spermiocoltura che non ha evidenziato nulla di anomalo):

Astinenza: 3 Giorni
PH: 7.5 (7.2-7.8)
Volume: 5.4 ml (2.0-5.0)
Colore:giallastro
Viscosità: normale
Tempo di fluidificazione: normale

Esame microscopico:
Spermatozoi: 10 u.m. 10^6/ml (>20)
Totale spermatozoi: 54 u.m 10^6 (>40)
Round-cells: 100 u.m. 10^3/ml (<10^3)
Emazie: assenti
Leucociti: assenti
Cellule epiteliali: assenti
Agglutinazioni specifiche: assenti
Agglutinazioni aspecifiche: assenti

Motilità 1° ora:
Grado I (mov. lineare progressivo rapido): 20% (>25%)
Grado II (mov. lineare progressivo lento): 10% (I+II>50%)
Grado III (mov. inefficace): 10%
Grado IV (spermatozoi immobili): 60%
Eosina Test: vitali 70% (>50%)

Esame morfologico:
Forme normali: 88% (>50%)
Anomalie collo: corto 4%
: plasmatici al collo 5%
Anomalie coda: ritorta 3%

Mart Test: negativo
Fruttosio: 435 u.m. mg/100 ml (165-500)
Acido citrico: 175 u.m. mg/100 ml (200-600)

Commento: oligoastenozoospermia.

La situazione è grave?
Un concepimento naturale è possibile o improbabile?

Ovviamente, abbiamo già preso appuntamento con un andrologo per fare tutti gli accertamenti del caso.

Ringrazio per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
purtroppo non posso darle una risposta perchè ritengo lo spermiogramma poco attendibile. Le dico questo perchè suo marito risulta avere l'88% di forme normali e la cosa è praticamente impossibile ovvero nessun essere umano può avere una % cosi alta (gli unici mammiferi che arrivano anche al 100% di forme normali sono i roditori).
Anche il range di normalità non è conforme a quello imposto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità che considera sufficiente dal 30% in su (non dal 50%!!!).
La cosa giusta da fare è quella di rivolgersi, come avete già programmato, ad un Andrologo e seguire le sue indicazioni. Di certo ve lo farà ripetere in un Centro di Sterilità di suo fiducia e li lo spermiogramma sarà di certo atttendibile.
Quando avrà il risultato ce lo comunichi.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimo dott. benaglia,
vorrei ringraziarLa per la Sua risposta.
Oggi mio marito si topporrà ad ecocolordoppler ed ecografia. Quando avremo i risultati li comunicherò, così da poter avere nuovamente il vostro preziosissimo parere.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimi dott. aggiorno la nostra situazione.
Abbiamo fatto la visita andrologica e hanno fatto ripetere immediatamente lo spermiogramma...
Con quattro giorni di astinenza che ha confermato il quadro precedente con le sueguenti variazioni:
spermatozoi: 12 milioni/ml
Motilità 1°ora (a+b): 40%
Forme normali: 10%

Abbiamo effettuata anche ecografia ed ecocolordoppler.
L'andrologo ha escluso varicocele e idrocele e ha osservato che i testicoli tendono a salire un po' più del normale e questo può causare un aumento della temperatura con conseguenze negative sul liquido seminale.

Mio marito dovrà fare: cariotipo e dosaggio di FSH, LH, testosterone, estradiolo, prolattina, ft3, ft4 e tsh, analisi di microdelezioni del braccio lungo del cromosoma Y; analisi di mutazione del gene del recettore degli androgeni; analisi di mutazione del gene INS3; analisi di mutazione del gene LGR8; FISH

Secondo voi la situazione è grave?
L'andrologo ci ha detto che, fatti questi esami, darà una cura per cercare di migliorare lo sperma e favorire una gravidanza naturale...
Con la situazione attuale credoc he un concepimento naturale sia difficile o sbaglio?
Ringrazio per l'attenzione.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'esame del liquido seminale di Suo marito, allegato in visione, presenta una marcata oligo-asteno-teratozoospermia. Non sto qui a dilungarmi sul significato diagnostico di questi termini medico-scientifici, dal momento che credo siano ormai ben consociuti da tutti coloro che per un motivo o per l'altro frequentano questo Forum.
Come Lei ha giustamente intuito, queste anomalie seminali possono compromettere, e non poco, gli attributi di fertilità del Suo compagno e quindi le possibilità di un concepimento per via naturale.
Quello che tuttavia mi sembra importante è l'orientamento del tutto positivo che ha assunto il Collega Andrologo che sta seguendo clinicamente il caso. Direi che è importante lasciargli svolgere il suo lavoro senza inutili interferenze. Attendiamo i risultati e poi ne discuteremo nuovamente, se Voi ne avrete voglia e necessità.
Affettuosi auguri per la realizzazione del Vostro desiderio di concepimento e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio Prof. martino per la sua gentilezza e la sua chiarezza espositiva. Appena avremo effettuato tutti questi esami non esiterò ad aggiornare la situazione. Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Mi scusi dott. Martino se la disturbo ancora, ma rileggendo il suo parere mi è sorta una domanda, che le pongo...Secondo lei, in attesa di fare tutti gli accertamenti richiesti, di avere una vura da fare e di vedere (si spera) qualche risultato, ha senso continuare con i rapporti mirati? In questa situazione un concepimento naturale può essere possibile (anche se mi rendo conto che le possibilità sono ridotte) o sarebbe solo un miracolo? La ringrazio
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la risposta è ovviamente positiva. Direi che un ritmo di rapporti sessuali trisettimanale dovrebbe consentirVi un buon margine di sicurezza ai fini del tentativo di concepimento. Tutto può sempre e comunque accadere.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,
giusto ,come afferma il collega Martino, avere rapporti sessuali frequenti ma mi raccomando non fateli solo e con l'unico scopo di avere un figlio. Questo atteggiamento spesso può rovinare un buon rapporto di coppia e creare tensioni e a volte anche disturbi sessuali. Del resto bisogna sempre ricordare che uno spermatozoo "vitale " rimane tale nelle vie genitali femminili per almeno 72 ore da quando viene eiaculato!
Un cordiale saluto.
[#9] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
giustamente il collega chesegue suo marito a venezia ha prescritto degli esami accurati per valutare l'origine del distrubo io valuterei se non è stato già fatto anche il lato infettivo con spermicolture
[#10] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimi dottori,
allego i risultati degli esami ormonali, chiedendo una vostra opinione

FT3: 2.97 pg/ml (1.8-4.0)
4.6 pmol/l (2.8-6.2)
FT4: 1.04 ng/dl (0.7-1.7)
13.4 pmol/l (9.0-21.9)
TSH: 3.205 mUI/l (0.25-5.00)
FSH: 3.7 UI/l (2-15, prepubertà 2-8)
LH: 2.8 UI/l (1-9, prepubertà 1-7)
Prolattina: 252.5 mUI/l (81-459)
Estradiolo: 40.1 pg/ml (9.4-75, prepubertà 0-10)
Testosterone: 6.54 mcg/l (2.0-16.0)
22.7 nmol/l (6.9-56)
Siamo in attesa di ricevere gli esiti del cariotipo, degli altri esami genetici e della spermiocoltura.
Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
le valutazioni ormonali che allega sono sostanzialmente nella norma, attendiamo a questo punto le valutazione citogenetiche.
Ancora un cordiale saluto.
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che la situazione sta procedendo nella giusta direzione.
E' compito dello Specialista Andrologo che segue il Suo compagno trarre, a questo punto, le ovvie considerazioni diagnostiche ed eventualmente terapeutiche.
Affettuosi auguri per la realizzazione del Suo desiderio.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimi dott. chiedo nuovamente il vostro prezioso parere. Tutte le indagini effettuate non hanno evidenziato alun problema: gli esami ormonali sono nella norma, così come il cariotipo, gli esami genetici (analisi di microdelezioni del braccio lungo del cromosoma Y; analisi di mutazione del gene del recettore degli androgeni; analisi di mutazione del gene INS3; analisi di mutazione del gene LGR8; FISH test)non hanno evidenziato nulla di anomalo e non sono state individuate infezioni col la spermiocoltura. A questo punto l'andrologo, supponendo una difficoltà nella fuoriuscita del liquido seminale, ha dato una cura da effettuare per un mese a base di cortisonici e un semplice mucolitico e ci ha detto che tra un mese ripeteremo lo spemiogramma sperando in un miglioramento.
Ci sono altri accertamenti che possono essere fatti per cercare di individuare la causa di questa situazione o dobbiamo arrenderci?
Ringrazio per la disponibilità.
[#14] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gentilissimi dott. chiedo nuovamente il vostro prezioso parere. Tutte le indagini effettuate non hanno evidenziato alun problema: gli esami ormonali sono nella norma, così come il cariotipo, gli esami genetici (analisi di microdelezioni del braccio lungo del cromosoma Y; analisi di mutazione del gene del recettore degli androgeni; analisi di mutazione del gene INS3; analisi di mutazione del gene LGR8; FISH test)non hanno evidenziato nulla di anomalo e non sono state individuate infezioni col la spermiocoltura. A questo punto l'andrologo, supponendo una difficoltà nella fuoriuscita del liquido seminale, ha dato una cura da effettuare per un mese a base di cortisonici e un semplice mucolitico e ci ha detto che tra un mese ripeteremo lo spemiogramma sperando in un miglioramento.
Ci sono altri accertamenti che possono essere fatti per cercare di individuare la causa di questa situazione o dobbiamo arrenderci?
Ringrazio per la disponibilità.
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
non avendo trovato una causa precisa alla dispermia di suo marito ,a questo punto , bisogna seguire attentamente le indicazioni del collega che ha potuto valutare direttamente la situazione clinica di suo marito. Noi ,dal nostro computer, potremmo avere delle serie difficoltà ad aggiungere altre osservazioni corrette.
Ancora un cordiale saluto.
[#16] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con il collega beretta
[#17] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
credo che il Collega sia ottimamente orientato. Seguitene i consigli e le indicazioni. Non si tratta di arrendersi ma di sperare ovviamente.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema e per tutte le prossime Festività Natalizie e di Fine Anno. Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO