Utente 114XXX
abbaimo ritirato da poco i risultati dello spermiogramma di mio marito e vorrei il parere di uno specialista per poterlo confrontare con quello del ns. dottore.
premetto che per un errore di interpreatzione abbiamo effettuato l'esame dopo un periodo di astinenza di 10 gg.
inoltre mio marito,che adesso ha 32 anni, ha subito un intervento di varicocele e di ernia bilaterale all'età di 4 anni ed un intervento per la torsione del testicolo dx all'età di 23.

volume: 3.0
aspetto nella norma
viscosità nei limiti
colore tipico
ph 7.4
fluidificazione regolare
numero per ml 68.000.000
totale per eiaculato 204.000.000
motilità rapidamente progressiva(tipoA)20%
motilità progressiva (tipo B) 25%
motilità non progressiva (tipo c)20%
forme tipiche 28% forme atipiche 72%
leucociti/ml <500.000


grazie anticipatamente per l'aiuto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Fondamentalmente il suo spermiogramma presenta una teratospermia, cioè una alterazione della morfologia degli spermatozoi.Non è chiara comunque la descrizione del parametro della motilità poichè manca in riferimento temporale .
E' comunque buona regola in cosao di alterazione dello spermiogramma ripetrelo più di una volta.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la sua risposta, ma non ho compreso in che cosa consiste questo parametro temporale che manca.
io ho riportato tutto ciò che è scritto sulla risposta dell'esame, evidentemente il centro dove ho fatto l'esame non è molto affidabile, vorrà dire che lo ripeteremo.
ma la teratospermia può essere curata in qualche maniera, e da cosa potrebbe dipendere?
vorremmo tanto avere un bambino ma è da un anno che ci stiamo provandi e ancora nulla....
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

vista la "ricca" storia andrologica di suo marito, varrebbe la pena di ripetere l'esame seminale (rispettando i giorni di astinenza sessuale) per vedere se le alterazioni vengano confermate o smentite.
Potrebbe essere comunque utile che suo marito sia valutato da un andrologo per vedere se esistano problemi collegabili agli interventi subiti da giovane
Cari saluti
[#4] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
vi ringrazio moltissimo e credo che seguirò i vs. consigli.
è da tanto che cerco di convincere mio marito ad andare da un andrologo e visto che sembra essere di buon umore credo che ne apporofitterò, in fin dei conti è per la sua salute, indipendentemente o meno dal fatto che vogliamo un bambino.
credete che questi suoi problemi possano influire in maniera negativa sul ns. progetto? il suo spermiogramma è indice di un reale problema di fertilità oppure no?
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara signora,

lo spermiogramma di suo marito sembrerebbe avere una capacità fecondante "non ottimale" ma teoricamente in grado di fecondare. questo vuol dire poco
Cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

l'esame del liquido seminale di suo marito è bene ripeterlo in un laboratorio aggiornato che segua le indicaziioni attuali date dall'OMS.

Poi, oltre alle indicazioni ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, soprattutto quello di consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
***ATTENZIONE!***
come da vs consiglio abbiamo effettuato ecografia testicolare e non è andata molto bene ecco i risultati:
in sede polare inferiore sx s osservano ectasie venose del calibro massimo di 2.3 mm che non risentono della manovra di Valsava come per varicocele di grado I/A
a livello del funicolo spermatico di sx si osservano due formazioni cistiche del Dm di 6 e 4 mm
non idrocele bilateare.

bisogna preoccuparsi? possono essere queste le cause della ns difficoltà di concepimento?
grazie ancora per la Vs attenzione

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,

sicuramente le cisti da lei segnalate non costituiscono generalmente un aspetto da considerare come importante nel causare il problema di suo marito a livello del liquido seminale (se questo viene confermato da un altro esame, fatto secondo l'OMS).

Sul varicocele invece lascerei l'ultima parola all'andrologo, esperto in patologia della riproduzione umana, che avrà la possibilità di valutare tutta la situazione clinica di suo marito in diretta.

Fatto questo , se lo desidera , ci aggiorni.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com