Utente 903XXX
Salve dotto, probabilmente la domanda che sto per fare è già stata fatta e rifatta, ma le prego di rispondermi direttamente e personalmente.... Forse perchè ne ho bisogno..
Ho 20 anni, quest'anno ne compio 21, sono alto 1,65 circa, e peso 60 kg...Vivo abbastanza bene in sintonia con gli altri, mi sento stimato e apprezzato per quello che sono... Ma nonostante questo... quello dell'altezza per me è stato sempre un grosso deterrente, aggiunto da quello della dimensione del pene...Il mio pene misura circa 13,5 cm, questo però se lo misuro in massima erezione, dall'osso pubico... quindi dall'inizio.....e di circonferenza ha 12 cm...
Ho il complesso che sia troppo piccolo.......Mi creda questo mi provoca seri problemi, soprattutto psicologici....Ho paura di aver un ogni tipo di rapporto sessuale, perchè temo di essere deriso.. o ancora peggio di non soddisfare "l'esigenze" sessuali...So anche però che quando c'è l'amore queste cose non contano.....Però...
Sono gay, e ho avuto rapporti sessuali, per 5 anni,solo sesso orale,soltanto con uno stesso ragazzo... che diversamente da me misura 19 cm... E' un eccezione???!! Chi è il normale io o lui??!!
Mi sa dire in genere quanto misura di media un pene??!!Il suo lavoro l'ha portata ha vederne tanti...Sono normale dal punto di vista clinico?? Di sicuro non lo sono per questa "società materialistica",.
Come si misura il pene??! Io lo misuro dall'inizio....cioè da dove parte l'osso pubico...faccio bene??! Il mio pene, nel caso di un rapporto... può portare "piacere"??!!!
Aspetto una sua risposta e nell'attesa porgo cordiali saluti...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,le Sue modalita' di misurazione sono corrette ed esprimono una perfetta normalita' del Suo pene,secondo i valori medi della razza caucasica (la nostra).Cio' non significa che sia "anormale" un pene piu' lungo...Quanto al piacere,e' una questione di sintonia di coppia.Comunque,una visita andrologica Le chiarirebbe "dal vivo" molti dubbi.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
da quanto ci riferisce la tecnica di misurazione del suo pene è corretta, e LE DIMENSIONI COSI' MISURATE sono ASSOLUTAMENTE nella norma (quelle del suo compagno sono al di fuori della media).
Lei è pertanto perfettamente conformato. Qualora, nonostante ciò, lei fosse ancora a disagio per le sue dimensioni, le consiglierei di approfondire il versante emotivo della faccenda; un Andrologo potrebbe eseguire comunque una prima valutazione generale e, se indicato, offrirle la possibilità di un percorso psicosessuologico.
[#3] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile ragazzo, dopo aver risolto i suoi dubbi sulle dimensioni, sulle quali gli andrologi l'hanno ampiamente rassicurata, le consiglierei di valutare il rapporto con il suo corpo soprattutto da un punto di vista psicologico.
La fisssazione sulle dimensioni potrebbero essere il sintomo di una problematica legata all'autostima o ad una sfera relazionale più ampia con i partner.
cordialmente
[#4] dopo  
Utente 903XXX

Iscritto dal 2008
Gentili dottori, vi ringrazio sentitamente per le vostre risposte....
In verità più che un problema strettamente anatomico per quanto concerne le dimensioni del pene, il mio problema è di tipo psicologico...Delle volte affermo di essere gay, per scelta! Cioè ho scelto di non aver rapporti con donne proprio per questo "handicap"... Ovviamente è una scelta superficiale... Perchè paradossalmente a ciò che ho scelto, le dimensioni contanto di più nel mondo gay che in quello etero....

Vorrei tanto approfondire questo disagio psicologico con un esperto, ma non ho le condizioni economiche per sostenere le spese di una terapia...
Una domanda allo psicologo; a che cosa si riferisce quando parla dice: "ad una sfera relazionale più ampia con i partner"...??!
Grazie ancora per l'attenzione..
[#5] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
alludevo proprio alla sua possibile difficoltà di relazionarsi con gli altri (uomini o donne che siano). Ed è su questo che dovrebbe approfondire l'indagine psicologica. Può sempre rivolgersi alla Asl o un consultorio per dei primi incontri.
cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

intervengo anch'io un pò in ritardo in questa sua richiesta di chiarimento e, con il collega Pescatori, ritengo che le sue dimensioni siano normali.

Purtroppo nella mia esperienza ultratrentennale in campo andrologico ho avuto la conferma che l'attenzione ossessiva e spesso ingiustificata per le misure del pene accompagna molti uomini.

Per molti infatti questi centimetri sono davvero importanti, sono il parametro della loro virilità, un tema d'orgoglio o spesso di inutili paure.

Questi centimetri sono veramente importanti nello scatenare il "piacere" del partner?

Secondo molte osservazioni cliniche in campo andrologico sembra invece più importante che un uomo sappia davvero come "scatenare" il partner e che "conosca" bene il suo corpo e quello della partner.

Essere un "superdotato" ma "imbranato" o, peggio ancora, egoista è un problema "andrologico" più importante.

Molti uomini danno più importanza alle dimensioni del loro pene rispetto alla conoscenza, alla tecnica, all'esperienza, al sentimento e alla fantasia.

Tutti questi aspetti della vita sessuale di un uomo valgono molto di più delle "dimensioni".

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

spesso a 20 anni scatta la paura di "non essere adeguato".
Come già detto, le sue misure sono normali, la sua inesperienza le fa pensare di poter avere problemi e di conseguenza lei si sta "fasciando la testa" prima di essersi ferito.
Stia tranquillo
Se vuole, a Salerno potrà trovare semplici ed economiche spiegazioni da uno specialista andrologo
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 903XXX

Iscritto dal 2008
Carissimi dottori, è davvero con grande gioia che accologo le vostre risposte. Grazie per la disponibilità che avete mostrato. Ho preso in considerazione ogni consiglio, e quello rassicurativo sulla dimensione e quello più strettamente psicologico, a vole penso che mi "nascondo" dietro le dimensioni del pene per evitare l'intimità della relazione, soprattutto con le donne. Per questo che ho intenzione di parlarne con uno psicologo, magari alla Asl... In Riferimento all'ultima risposta data, quella del Dott. Pozza, lei mi ha consigliato di recarmi presso uno specialista a Salerno... Io lo sto cercando.. Ma niente, sa darmi delle indiciazioni??!
Ringrazio nuovamente tutti coloro che mi hanno e che mi stanno "sostenendo" in questo disagio.... Grazie davvero di cuore.. Un caloroso saluto.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

via tutte le indecisioni! Per la scelta dello specialista poi chieda un consiglio anche al suo medico di fiducia ma anche il nostro sito la può orientare positivamente.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com