Utente 115XXX
Salve, amo molto fare sport e sopratutto fare gare in bici , e tra gare e allenamenti il tempo in sella è decisamente notevole. Visto il mio probabile impianto di protesi tricomponente a breve; volevo sapere se l'impianto non poteva creare problemi a me,visto la sua dislocazione, o se lo stesso non richi di avere una durata inferiore causa le sollecitazioni continue causate dall'attivita fisica svolta.
Piu' precisamente ho il terrore che si possa, ho rovinare la pompa ho sfilarsi un raccordo.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

fatto salvo un completo recupero dall'intervento (1,5 - 2 mesi) ritengo lei possa riprendere tutte le sue attività, comprese gare ciclistiche.
Non ci sono raccordi tra cilindri e pompa nelle moderne protesi tricomponenti; l'unica connessione è tra pompa e serbatoio.
Per eventuali ulteriori dettagli può anche leggere un mio approfondimento dal titolo “La protesi peniena: una soluzione anche ai casi piu' gravi di difficolta' di erezione”, al link http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=62080 di questo sito.