Utente 115XXX
Gentile Dottore,
Ho 40 anni.Da circa 6 anni ho ,sempre nello stesso
periodo del anno i simtomi di allergia:prurito agli occhi,starnuti ect.
Finche sono quelli ...non ci sono probblemi perche risolvibili con un
semplice antistaminico oppure dopo un po passano da soli.La cosa piu
fastidosa e ,ormai ,insoportabile,e il bruciore al palato e senzasione
come se avesi bevuto olio bollente,e una specie di salivazione acida..
La cosa e talmente insopportabile che passo diverse notti insonne.Ho
fatto un alergo test ,ormai ,5 anni fa e mi ha fatto vedere allergia
alle graminacee,pelo di gatto,betulla...
Di questo problema ho gia parlato diverse volte al mio medico..ma
purtroppo con nessun risultato di miglioramento.Alla fine ho fatto un
appuntamento con una Naturopata che mi ha detto che seccondo lei ho
acesso di glutine depositato sulle pareti del intestino e mi ha
consigliato di eliminare il pane per un mese per vedere se ci sono
miglioramenti.Al mattino al digiuno devo prendere 1.bicch.di acqua
tiepida com mezzo limone e 1/4 del cucchiaino di bicarbonato.Io non so
piu cosa fare perche ,ormai ogni anno nello stesso periodo(da metta
aprile -luglio-agosto)io ho sempre stesso problema e sto veramente male.
Mi deve scusare gli errori ortografici.Non sono Italiana.
La ringrazio anticipamente
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nicola Verna
44% attività
0% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente,
La celiachia è una malattia dalla sintomatologia spesso sfumata e, talvolta, difficilmente individuabile.
I segni e sintomi più tipici sono l'anemia (da carenza di assorbimento del ferro), la comparsa e il persistere di ulcere in bocca (afte), la stanchezza persistente, anomalie dello smalto dei denti o malattie della pelle come la dermatite erpetiforme, etc.
E' chiaro che i suoi fastidi a livello della mucosa orale (seppure stagionali) andrebbero indagati nel sospetto di celiachia.
Per giungere ad una diagnosi di celiachia, però, è necessario sottoporsi ad esami di laboratorio (anticorpi antitransglutaminasi, IgA totali, etc.) ed, eventualmente, ad una esofago-gastro-duodenoscopia.
Per questo può farsi consigliare da un Allergologo della sua zona che l'aiuterà a capire se è presente anche una concomitante allergia alimentare ed a trattare al meglio i disturbi respiratori.
Cordiali saluti,
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per il suo interessamento.Dopo aver eseguito esami le faccio sapere il risultato
grazie