Utente 113XXX
Gentile dottore,
scrivo in questa sezione, ma non ho idea se sia quella più corretta per il problema che sto per esporle, se così non fosse spero la giri a chi lei ritiene possa aiutarmi. Le scrivo per il mio fidanzato. Ha 21 anni, 194 cm per 100kg circa. Da un paio di mesi sta soffrendo frequentemente di dolori di testa e capogiri piuttosto insistenti accompagnati, in particolar modo in questi giorni, da una sudorazione piuttosto intensa soprattutto quando accusa questi capogiri (o vertigini, perchè lui non è in grado di dirmi se è la stanza che gli sembra girargli intorno o se gli sembra che lui stesso giri). Ha anche avuto problemi di pressione sempre in questi ultimi mesi arrivando a toccare, in alcuni momenti, anche la massima di 170. Ha sofferto, inoltre, anche di dolori frequenti alle orecchie: non sono riusciti a capire se si trattase di un'otite o meno visto che il suo medico di base sostiene di si e lo specilista a cui si è rivolto l'esatto contrario. In ogni caso questo fastidio gli è venuto durante svariati mesi di corsi di nuoto e l'ha curato con un liquido a base alcolica preparato dalla farmacia sotto richiesta dello specialista. Le faccio presente anche di questo disturbo perchè ho letto che i disturbi come vertigini e capogiri possono essere dovuti anche a problemi all'orecchio. Ha fatto moltissimi esami del sangue, urinocultura, ha portato per un giorno l'Holter pressorio e gli unici risultati negativi che ha riscontrato sono i trigliceridi alti e potassio basso. Per quanto concerne la pressione è stato rilevato che ogni tanto sale nel corso della giornata, ma mai più sino a 170. In questi ultimi due giorni i capogiri e la sudorazione sono nettamente aumentati. Infine devo anche dirle che non conduce uno stile alimentare appropriato, si ciba prettamente di pasta: abolisce, erroneamente, e mi creda glielo ripeto continuamente, legumi, verdure, carne e pesce. In conpenso si idrata moltissimo e urina regolarmente. Mi può aiutare? Sono molto preoccupata. Grazie anticipatamente a chiunque possa aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, le vertigini purtroppo sono spesso un sintomo multidisciplinare, visto che possono esser di competenza dell'otorino, del neurologo, del cardiologo e in alcuni casi dell'oculista. La loro valutazione pertanto è spesso di non facile interpretazione, tale da dover chiedere in caso in cui non si riesca ad approcciare ad una diagnosi al ricovero ospedaliero in reparto internistico. Allo stato, on line, non posso che indicarle di sottoporre il suo fidanzato ad analisi ematochimiche onde escludere cause secondarie, come stati ipoglicemici o anemici (sebbene penso già siano stati indagati), curare un eventuale stato ipertensivo e sottoporre il caso anche all'attenzione di un neurologo per eventuali esami strumentali più specialistici.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore, grazie davvero per la risposta e la celerità della stessa.