Utente 115XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo omosessuale di 22 anni.
Io e il mio ragazzo di 21 anni abbiamo avuto un rapporto sessuale non protetto il 2/04.
In data 11/04 abbiamo avuto un rapporto con un'altra persona,io protetto in quanto ho usato il preservativo, il mio ragazzo invece no,in quanto ha avuto rapporti oro genitali.
Nel giro di due settimane il mio partner ha avuto perdite abbondanti di materiale purulento dall'uretra. Recatosi in Ospedale gli è stata diagnosticata la Gonorrea ed è stato curato con Rocefim. Il giorno seguente ci siamo recati in un centro MTS per far controllare anche me. Il medico ha stabilito che presumibilmente il rapporto infettante è da far risalire all'11 Aprile (se risalisse al 2 il mio partner si sarebbe infettato prima) e che io avendo usato il profilattico non ho corso rischi,anche perchè dopo quella volta non ho avuto più rapporti).Per sicurezza mi ha fatto un tampone in bocca,mentre al mio partner un tampone uretrale.
Una settimana dopo,ritirati gli esiti, mi viene diagnosticato nel tampone faringeo la presenza di streptococco beta emolitico di gruppo c e mi viene prescritto l'eritromicina 500g 2 v al dì , per 6 gg. Al mio partner che era già stato curato in ospedale il giorno prima dei test,è risultato negativo a tutto (falso negativo) e i sintomi della gonorrea erano spariti. Nel frattempo abbiamo anche effettuato entrambi tutti le analisi del sangue per MTS e sono risultati negativi. Io non ho presentato e non presento tutt'ora sintomi della gonorrea. Convinti di essere guariti abbiamo intrapreso nuovamente rapporti sessuali non protetti. Nel giro di qualche giorno il mio partner presenta di nuovi i sintomi della gonorrea,questa volta sia uretrali che anali,invece io nulla. Vengono eseguiti tamponi uretrali e rettali.Nel frattempo non abbiamo avuto rapporti e ritirati gli esiti ci viene diagnosticata la gonorrea : a me a livello rettale,se pure non presento sintomi e al mio partner sia rettale che genitale. Siamo stati curati con Rocefim sulla base di antibiogramma effettuato ad entrambi nelle scorse analisi.

Volevo chiedere :

1) come è possibile che abbia contratto la gonorrea anche io? E' possibile che gliela abbia trasmessa io al mio partner? Se si,come mai non l'ho contagiato durante il primo rapporto non protetto del 2 aprile ma solo successivamente?
O è più probabile che il rapporto infettante sia dovuto a quell'11 di aprile in cui la coppia si è aperta e successivamente abbia fatto "ping pong" tra me e il mio partner e ce la siamo passati a vicenda?

2) La cura a base di Rocefim è da ritenersi sicura al 100% ?

3) Quando possiamo riprendere la nostra attività sessuale? E'consigliato rifare nuovamente i tamponi?

4) Da un po di tempo soffro di dolori alle gambe spesso quando sto in piedi per diverse ore Mi sento le gambe pesanti e addolorate. Non presento crampi. Ho letto che esiste una forma di gonorrea anche delle articolazioni. Secondo voi può riguardare il mio caso?
Ringrazio per la disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
gentile utente,

è impossibile stabilire chi sia stato il parter infettante:
la cosa importante è la terapia.

Sappia che la gonorrea è quadi costantemente accompagnata dalla Chlamidia: quindi necessario approfondire le indagini.

Ancora, chi contrae una MST può contrane anche altre quindi il consiglio è quello di farvi seguire dal venereologo (che è l'esperto in Malattie sessualmente trasmissibili): sarà lui che potrà comunicarvi i tempi di guarigione e stabilire le migliori cose da fare.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 115XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,
la ringrazio per la consulenza.
Sia io che il mio partner abbiamo fatto le seguenti analisi :

ANTI-HCV
[S] Metodo: Chemiluminescenza NEGATIVO

A.A. HIV 1-2
[S] Metodo : ELFA NEGATIVO

VDRL RPF
[S] Metodo : Emoagglutinazione NEGATIVO


più gli esame EMOCROMETRICO COMPLETO , elettroforesi delle proteine ed esame delle urine completo con

ANTI HAV-IGM Negativo


Per quanto riguarda i tamponi :


Tampone Faringeo

Neisseria gonorroeae NEGATIVO
staphylococcus aureus NEGATIVO
Streptococchi beta emolitici POSITIVO (gruppo c) *
Candida albicans NEGATIVO
ENTEROBATTERI NEGATIVO

1. Streptococcus anginous

ANTIBIOGRAMMA :
PENICILLINA PNEUMOCO : I
PENICILLINA STREPTO : I
AMOXICILLINA PNEUMO : I
CEFOTAXIME STREPTO : S
ERITROMICINA : S
QUINPRISTINA-DALFO : S
CLINDAMICINA : S
TRETRACICLINA : S
LEVOFLOXACINA : S
CLORAMFENICOLO : S
VANCOMINCINA : S
COTRIMOXAZOLO : I

Streptococcus anginosus
C.M.I. PENICILLINA PNEUMOCO = 0.500 / CEFOTAXIME PNEUMO 1.000


* come indicato nel precedente post lo streptococco è stato curato con ERITROCINA 500 mg 2 volte al dì per 6 gg

Da successive analisi :

TAMPONE URETRALE

Neisseria gonorroeae NEGATIVO
Mycoplasma hominis NEGATIVO
Ureaplasma urealiticum NEGATIVO
Candida albicans NEGATIVO
Streptococchi beta emolitici NEGATIVO
Staphylococcus aureus NEGATIVO
ENTEROBATTERI NEGATIVO


TAMPONE ANALE


Neisseria gonorroeae POSITIVO *
Mycoplasma hominis NEGATIVO
Ureaplasma urealiticum NEGATIVO
Candida albicans NEGATIVO
Streptococchi beta emolitici NEGATIVO
Staphylococcus aureus NEGATIVO

ATB GONOCOCCO (metodo Kirby Bauer)
Penicillina : intermedio
Ceftriaxone : sensibile
Ciprofloxacina : resistente
Cefoxina : sensibile
Tetraciclina : resistente
Ofloxacina : resistente
Spectinomicina : sensibile
cefixime : sensibile

ESAME (t.uretrale)
chlamydia trachomatis (if dir) NEGATIVO
ESAME (t.anale)
chlamydia trachomatis (if dir) NEGATIVO

Gli esiti del mio partner invece sono stati gli stessi,fatta eccezzione per la positivà alla sola gonorrea sia nel tampone anale che uretrale. Tutto il resto negativo.

* siamo stati entrambi curati con Rocefim tramite una sola iniezione intramuscolare.


Dalle analisi riportare mi sembra di poter escludere la presenza di altre malattie. (correggetemi se sbaglio)


Spero di aver fornito un quadro clinico più completo se può essere d'aiuto e chiedo a lei o eventuali colleghi se consigliano ulteriori analisi per sicurezza.

Saluti,