Utente 115XXX
Gentili dottori, a mio padre e' stato asportato lo stomaco e la milza a causa di un tumore presente nello stomaco stesso. L'operazione ebbe successo , ma a distanza di tempo è sorta un'altra 'patologia', ossia la difficoltà di assimilazione della vitamina b12, che proprio nello stomaco veniva prodotta. Da tempo, quindi, mio padre deve ingerire vitamina b12 sotto forma di medicinali, tra l'altro costosissimi e di difficile assimilazione.
Vorrei sapere se potreste consigliarmi una cura, possibilmente naturale, grazie alla quale ristabilire i giusti valori di vitamina b12.
Oltre a cio' sono comparsi anche dei formicolii alla punta delle dita, simili ad un indolenzimento; vorrei sapere se cio' e' dovuto in parte o totalmente alla carenza di b12.
In attesa di una Vostra risposta saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La carenza di vit B12 dopo gastrectomia viene compensata con iniezioni periodiche, il costo del farmaco in una persona esente da pagamento ticket per patologia neoplastica è a carico del ssn.
Per l' interpretazione del sintomo credo sia utile far riferimento al collega che lo segue personalmente. Auguri!