Utente 113XXX
Gentili Dottori, ho 22 anni,
2 settimane fà, mediante autopalpazione dei testicoli, ho ipotizzato la presenza di un varicocele. Sono andato subito dal medico e questi mi ha detto che era una giandola o una cisti. Ho insistito e mi sono fatto fare la ricetta per una ecografia testicolare. E' stato riscontrato un varicocele sinistro di 2° grado. A quel punto ho letto parecchi consulti da voi lasciati tramite questo sito e ho capito che è bene operare solo se c'è una diminuzione della fertilità. Allora, questa volta di comune accordo col medico di base, ho fatto lo spermiogramma e dallo stesso si evince una ottima fertilità: Spermatozoi Vivaci-Lineari veloci 70% (dopo 30 minuti e dopo 2 ore). Dopo 5 ore quelli veloci e lineari passano al 40%, mentre quelli lenti dal 20% passano al 40%. Dopo 10 ore quelli veloci e lineari passano al 5%, quelli lenti al 90%. Il livello di gradazione della motilità è IV: attività completa. Indice di fertilità: 1) senìcondo Hermann = Classe A; 2) Secondo Page e Holding = >80.
Dopo tutto questo, il medico mi ha comunque consigliato di operarmi, perchè dice che il varicocele può causare problemi in futuro... Ora, cosa devo fare? E' il caso di operarmi nonostante la mia ottima fertilità?
Vi ringrazio in anticipo per ogni risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
se il varicocele non le dà fastidio e non determina verisimili problemi di fertilità non è indicata la correzione chirurgica.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.mo
forse sarebbe il caso di ripetere l'esame secondo i criteri dell'Organismo Mondiale della Sanità (WHO)e poi ci faccia sapere.
Cordiali saluti