Utente 488XXX
Salve,
ho notato di avere un problema relativo all'idratazione: non trattengo i liquidi, ovvero, dopo aver bevuto 2-3 bicchieri di acqua, li riverso tal quali nel giro di circa 10min. Soltanto a stomaco pieno (dopo pranzo o cena) possono trascorrere alcune ore. Non credo di avere problemi alla vescica anche perchè lo stimolo di andare in bagno viene soltanto con vescica piena e non ho problemi a trattenermi. Non posso fare alcun tipo di sport se non porto con me una bottiglina di acqua perchè, dopo poco tempo, avverto la pelle secchissima, divento rosso in viso, sento la gola attaccata e una sensazione come se lo stomaco si chiudesse e le pareti si attaccassero. Bevendo sento proprio l'acqua farsi strada... Solitamente mangio poco condito e con pochissimo sale (in realtà mi piace mangiare anche senza sale perchè avverto troppo il salato) mi chiedevo se questa condizione potesse risolversi assumendo sale controvoglia o se esistono patologie con sintomi come i miei.
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Scusi, non mi sembra abbia alcun problema. Lei beve, urina... Fa sport, suda, ha bisogno di reintegrare i liquidi persi col sudore, parte dei quali comunque costituiranno le successive urine.
Faccia una cosa molto semplice: un'esame del sangue con la funzionalità renale e uno chimico-fisico delle urine. Servono più a convincersi, se tutto è a posto, che la cosa è normale...
E' chiaro che assumendo più cloruro di sodio nella dieta probabilmente tratterà di più i liquidi e questo fenomeno si ridurrà. Ma se il suo gusto si è abituato così... Pensi a tutti quelli che devono privarsene a malincuore perchè hanno l'ipertensione...!
Piuttosto, come è poi andato a finire quel problema di poco più di un annetto fa... (parassitosi?)
Saluti
[#2] dopo  
Utente 488XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per l'attenzione. Ammetto che il quesito esposto non pregiudichi in alcun modo la mia vita ma tento di capire meglio il mio metabolismo. Il problema cui ha fatto riferimento era gravissimo, nessuno capiva da dove provenisse l'eosinofilia. Il medico che rispose credo si avvicinò più di tutti al problema. Dato che nelle feci non risultavano parassiti ma persistevano i distrurbi menzionati ho pensato di affidarmi al mio sistema immunitario rinforzandolo con vitamine e integratori specifici (ResvisXR, Betotal, fermenti lattici). Anche se lentamente l'astenia, e tutti gli altri disturbi, si attenunavano fino a sparire quasi del tutto.
Ritengo possibile che il mio metabolismo sia stato fortemente compromesso dai digiuni prolungati (fino a 6 giorni senza cibo) che facevo da adolescente. Bastava espormi un pò al vento per prendere l'influenza, avevo una temperatura corporea di 35c° credo che in quelle condizioni qualunque infezione (virale, batterica o da parassiti) fosse facilmente contraibile. Strano percorso il mio: da atleta forte e muscoloso che non prendeva nemmeno un raffreddore a modello quasi anoressico salutista e vegetariano fino ad oggi un uomo abbastanza equilibrato. ;-)) grazie