Utente 116XXX
Gentile Dottore, ho riconosciuto il mio problema nel sentir parlare in televisione di iperidrosi. Da quando ero bambina ho sempre avuto problemi di sudorazione eccessiva sul palmo della mano e dei piedi. Devo premettere che dall'età di sei anni ho dovuto assumere antibiotici e altre medicine molto forti (medicinali che non dovevono essere esposti alla luce per radiazioni e quindi io stessa soggetta allo stesso procedimento) per bronchetassie e per le quali ho subito un intervendto sempre verso i 6-7 anni; ho scoperto di avere un gozzo tiroideo che ho curato, periodicamente mi sottopongo a verifiche degli ormoni tiroidei, ma tutto è oramai stabilizzato, tanto che il mio medico già da tre anni ha eliminato eutirox. Ho voluto premettere tutto ciò per inquadrare la mia situazione clinica e per capire se il problema ansiogeno e di iperidrosi, che anno dopo anno aumenta sempre più nel periodo primavera-autunno e che riguarda mani, piedi, ascelle e interno cosce possa avere associazione con i mie problemi di salute passati. Questo problema diventa sempre più imbarazzante nel lavoro e con gli amici. Vorrei sapere se il mio passato clinico possa influenzare queste manifestazioni e se oggi sarei ancora in tempo per poter porre rimedio e come?
Spero di avere risposta e saluto.
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

è sempre fondamentale conoscere lo stato generale di un paziente : sebbene questo debba essere ricostruito nella sede di visita diretta in questo caso le sue datate patologie non sembrano in associazione con il caso che descrive.

ad oggi l'iperidrosi distrettuale primitiva (mani piedi ascelle) può essere trattata con il ricorso al botulino per microiniezioni superficiali sottocutanee.

la tecnica è ormai standardizzata e il riconoscimento del Ministero della Salute esiste già da qualche anno.

ne parli con il suo dermatologo, responsabile elettivo di questo trattamento.

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE PER LA RISPOSTA, VORREI COMUNQUE SAPERE SE NEUROLOGICAMENTE O PSICOLOGICAMENTE POTREI FAR QUALCOSA PRIMA DI SOTTOPORMI AL BOTULINO.
GRAZIE