Utente 116XXX
Mi rivolgo a voi ho fatto una visita tramite un "andrologo",che fatta una breve visita sommaria,e sentite le mie problematiche,erezione non completa da poter avere una penetrazione da piu di 3 anni (qualcuna si e' verificata) ma non spesso 10 su 100,fumo 1 pacchetto e mezzo di sigarette,il medico senza prescrivere nessun esame a dichiarato che per lui e' nella sfera della normalita cio' ,quindi un problema puramente psicologico,consigliandomi il ezerex per una 40 di gg, siccome sapevo di mio che la psicologia non centra un cavolo (in quanto io non mi tiro in dietro o altro)ma alla resa dei conti quello non va,e' vero di aver dichiarato che entro in una sorta di depressione di tanto in tanto per quel motivo (ma chi non lo farebbe) ,comunque ho provato
con molta devo dire "tranquillita" nel senso che se me la prescritto voleva dire che funzionava,sta di fatto che non a funzionato, ora credo che andrologia serva a poco in quel campo cioe' non a risposte da dare forse i 190euro della visita a prendere ma niente altro.mi spiace solo che sono costretto a prendere dei medicinali al limite (finche mi andra bene che siano persone di fiducia a passarmele)quando saro costretto a prenderle al mercato illegale e mi andra male sapro chì ringraziare ,mai rivolgersi a un andrologo
un campo in cui la specializzazione lascia tanto a desiderare...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
...non le sembra che la sua esperienza, singola, di percorso andrologico che non lha soddisfatta sia un pò limitativa per denigrare l'intera categoria di Andrologi?
Se ha avuto occasione di leggere alcuni dei post inviati sulla nostra area specialistica o nostri articoli di approfondimento avrà sicuramente visto quanto articolato possa essere un percorso diagnostico e terapeutico in un caso come il suo.
In Medicina è prevista la possibilità di una seconda opinione presso altro specialista, ed anche noi spesso l'abbiamo sollecitata.
[#2] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile lettore, il fumo è una delle più importanti cause di deficit erettile e quindi le sconsiglio vivamente di continuare a fumare.
Non tutti i medici sono uguali ,cosi come non lo sono gli avvocati o gli ingeneri. Consulti un altro andrologo ,questo è l'altro consiglio che mi sento di darle.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte anche se il mio era piu uno sfogo,chiaro che oggi quello che ho capito e' che impotenza o disfunzione anche se "momentanea" trova ancora blocchi nelle sedi sanitarie,cioe' incredulita, penso forse che il medico sia piu propenso a credere che il paziente se non a piu di 50 anni voglia solo poter provare delle medicine "afrodisiache" ,voglio pero ricordare attraverso il mio caso ,che situazioni di questo genere creano un enorme squilibrio tra interno e esterno (vergogna solitudine astio e anche rancore),
bisogna percio ricordare che il paziente a attraversato un periodo poco esaltante per cosi dire, e se si e' esposto a cure su fiducia non voglio dire da ultimo stadio ma sicuramente da spartitraffico,situazioni di questo tipo possono far davvero male e far precipitare in depressione il paziente.