Utente 116XXX
Buonasera dottore,le scrivo la mia esperienza(uomo 24 anni,h:190 peso 85kg). Circa 3 mesi fa ho avuto il primo episodio di pnx spontaneo a dx,andato dal medico di famiglia(che ha fatto una diagnosi totalmente sbagliata e non di pnx) ho continuato la vita normalmente,dopo di che ho avuto un altro caso dopo 20 giorni ma in maniera più lieve,a quel punto preoccupato ho deciso di fare un rx e da li si vedeva una piccola bolla d'aria incistata,su consiglio del dottore ho aspettato altri 20 giorni per vedere se il tutto veniva riassorbito ma anzi allo scoccare dei 2 0giorni ebbi un altro caso molto più forte dei primi due.A quel punto mi recai all'ospedale dove il pnx fu drenato e operato,le allego l'esito dell'operazione: "resezione atipica apice polmonare dx con associata pleurodesi meccanica in vts",dopo 4 giorni sono stato dimesso.
-Quello che vorrei chiederle è questo,io soffro di allergia è spesso da dopo l'operazione l'avverto in maniera più pesante,con un respiro +difficoltoso del solito,e sensazione di aria calda dal naso(cosa stranissima mai avuta,cioè percepisco l'aria molto calda dal naso,infatti tendo a respirare con la bocca maggiormente,comunque tutto si accentua se ci penso,se no nn ci faccio nemmeno caso).
-Volevo chiedergli anche questa cosa che mi turba molto:ho una strana sensazione che provavo anche prima dell'operazione(è questo che mi preoccupa),cioè un formicolio sotto la scapola,forse all'interno della gabbia toracica,comunque la sensazione la sento solamente dietro,questo mi preoccupa perchè dopo l'operazione era scomparsa mentre è da qualche giorno che mi è tornata,sa spiegarmi il motivo di questo formicolio che è intermittente?
-L'ultima domanda è che io è due mesi che ho subito l'operazione,e fra un mese quindi con 3 mesi dal giorno della dimissione dovrei partire,posso prendere l'aereo tranquillamente?perchè per l'attività fisica mi hanno detto settembre ma per l'aereo ho dimenticato,anzi vorrei chiedergli lei cosa mi consiglia xl'attività fisica . Grazie mille in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

vedrò di risponderle, per quanto possibile, punto per punto:

- la sintomatologia di respiro difficoltoso può essere compatibile con i recenti esiti chirurgici,soprattutto per la concomitanza della stagione peggiore per i pazienti allergici.
- Il formicolio che lei avverte potrebbe essere una neuropatia conseguenza dell'accesso chirurgico posteriore: se fosse questo si risolverà spontaneamente e gradualmente; tuttavia una RX torace di controllo potrebbe essere prudenzialmente utile (qualora lei avvertisse assieme a questa sensazione anche difficoltà respiratoria, altrimenti può soprassedere).
- Può viaggiare in aereo; l'attività fisica può essere ripresa gradualmente già da adesso(non consigliabile entro i sei mesi andare in montagna sopra i duemila metri o fare immersioni sotto i 10 metri sott'acqua).

Rimango a sua disposizione per eventuali necessità o chiarimenti,

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Dottore la ringrazio mille per la sua celere risposta.
Per il respiro un po difficoltoso penso sia proprio dovuto dall'allergia più a dell'ansia anche perchè come le dicevo ci faccio caso se mi soffermo su quel pensiero,comunque penso che andrò a fare una visita da uno pneumologo se dovesse continuare,per stare tranquillo.
Per l'attività fisica non ho fretta,comunque seguirò il suo consiglio di iniziare gradualmente.
Mentre la cosa che mi preoccupa è il formicolio,tutto questo perchè questo tipo di fastidio che è intermittente e accade un tot di volte al giorno(con intensità differente) mi venne per la prima volta un mese prima del terzo episodio di pnx,poi in ospedale lo chiesi al medico un giorno ma mi diede una risposta molto veloce e poco esaustiva e cioè che era il sintomo che il polmone si stava staccando dalla pleura.Il problema che non ci feci tanto caso anche perchè la domanda fu fatta in un momento particolare e poi pensavo che nn l'avrei più riprovata questa sensazione,mentre ora dopo una ventina di giorni dall'operazione eccolo tornato ,anche se feci una radiografia dove tutto andava bene.
Quindi quello che mi chiedo è se quello mi disse il dottore poteva essere vero in questo caso ,o invece è dovuto dalle cicatrici interne che si stanno rimarginando.
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Visto che lei ha già fatto una radiografia - negativa - e che non si associa a difficoltà respiratoria (dispnea), la cosa più probabile, come del resto da lei sospettato, è che si tratti di una parestesia (ovvero di un formicolio di tipo neuropatico periferico) dovuta all'accesso chirurgico.
Tale disturbo può persistere per periodi di tempo abbastanza prolungati (alcuni mesi) dopo interventi chirurgici al torace, in genere però tende ad autolimitarsi.

Solo in casi particolarmente fastidiosi è indicata una terapia con farmaci adeguati, per es.Pregabalin 75 mg 1 cp/die.

In buona sostanza mi sento di tranquillizzarla.

La saluto cordialmente,
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi dottore ma quello che mi domando,essendo presente anche prima dell'intervento(un mese prima) come può essere collegato all'accesso chirurgico che è venuto in seguito?il formicolio è identico
Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera,
un conto è se lei avverte un "formicolio", quindi un'alterazione della sensibilità somatoestesica cutanea, un altro conto è se sente "ballare qualcosa all'interno" o fenomeno del ballottamento da polmone semisgonfio, in genere non doloroso nè particolarmente fastidioso di per sè, ma associato a difficoltà respiratoria e in genere riferito ai campi inferiori.

Queste differenti sensazioni sono dovute al fatto che solo la pleura parietale che riveste la pleura parietale è innervata e quindi in grado di trasmettere sensazioni di questo tipo e comunque dopo la pleurodesi meccanica (che consiste nel grattare la pleura con delle spugne abrasive/garze per causare una pleurite che faccia aderire il polmone) tali sensazioni vengono inevitabilmente alterate e pertanto qualsiasi sensazione che lei avverta adesso, non associata a dispnea o dolore toracico acuto, è da non considerare, specie se con Radiografia toracica negativa, sia che la sensazione abbia origine nervosa intercostale o pleurica parietale (e sono sostanzialmente le uniche due possibilità).

P.S. Nel fenomeno del ballottamento la radiografia del torace in genere evidenzia pneumotorace.

La saluto cordialmente.
[#6] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Mi scuso per un errore di battitura: la pleura parietale ovviamente riveste internamente la parete toracica.
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la sua consulenza
No quella sensazione di balottamento che dice lei l'ho avuta con il pnx e spero di non risentirla più.
Invece parlo di formicolio che però non è cutaneo ma ho sempre sentito all'interno,ovviamente sarà un formicolio riferito ma io lo sento come se fosse sotto la scapola,ma sempre all'interno e non cutaneo
[#8] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quello che le vorrei far capire è che il polmone non è innervato, sono innervate pleura parietale e la parete toracica(dalla cute fino alla pleura), pertanto le sue preoccupazioni su quel sintomo che avverte non hanno senso, in presenza di una radiografia senza pneumotorace e di un intervento che lei ha subito che altera per definizione la sensibilità pleurica (nel medio-lungo periodo) e della parete toracica per via degli accessi chirurgici.
Anche il fatto che lei avvertisse un formicolio simile prima dell'intervento non è rilevante, perchè il dolore da pneumotorace è comunque riferito alla pleura (fa male la pleura - che ora è stata grattata/scarificata/abrasa).

Pertanto tale sintomo è da ignorare, tra l'altro le assicuro che nella descrizione è simile a quelli che sono normalmente riferiti dai miei pazienti dopo interventi in videotoracoscopia, sia per pneumotorace che per altre patologie.

Spero che questa spiegazione la tranquillizzi definitivamente, essendo tra l'altro l'eventualità di una recidiva di pneumotorace dopo pleuroabrasione molto rara (nelle casistiche la probabilità è inferiore al 3%, soprattutto in soggetti con problemi genetici.

Cordiali saluti,
[#9] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio davvero molto,ho capito cosa intendeva.quando diceva cutanea pensavo fosse a livello di pelle per questo.
Comunque il mio problema era che collegavo il formicolio pre pnx a quello di adesso,perchè molto simili,ma come mi ha spiegato lei è normale per il tipo di intervento che ho avuto.
La ringrazio davvero tanto per la sua pazienza,è stato davvero molto gentile.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Si figuri, rimango a sua disposizione per eventuali necessità o chiarimenti.

La saluto cordialmente.
[#11] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore mi scusi se la disturbo nuovamente
Domenica scorsa dal nulla ho avvertito un dolore alla schiena solo dall'emitorace operato dal pnx(lato destro).
La sintomatologia era la stessa di quando ebbi il primo pnx,dolore molto forte alla schiena,sopratutto quando mi abbasso o mi appoggio o faccio dei movimenti e sopratutto quando inspiro un po più forte allargando di più il torace.
Dopo un paio di ore sono andato in ospedale dove mi è stata fatto un rx al torace dove però attualmente non c'era nulla in atto.Le allego il referto:
"polmone dx a parete.punti metallici in apicale destra.Lieve accentuazione del disegno polmonare. ili ampi. seni costo-frenici liberi. pinzettature diaframmatiche. ocv nei limiti della norma"
Ho anche fatto una tac che era prenotata a tempo,anche li non è spuntato nulla,nessun problema in atto.
Dopo quasi una settimana continuo ad avere questo dolore è diminuito un bel po già dopo il terzo giorno,ma ormai è rimasto stabile, che secondo me è molto simile a quando ebbi il pnx (sento il dolore all'interno,come se fosse la pleura).
Che ne pensa ?potrebbe essere un dolore di diversa natura?
Dopo qualche giorno mi sono autoconvinto che il dolore fosse di schiena,ho messo pomata e cerotti,ma nulla.
[#12] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

scusi se non ho risposto fino ad oggi ma ero fuori sede.

Ribadisco che lo scopo di questi consulti è di dare un'indicazione di massima, non potendo sostituire una visita medica.

Gli esami da Lei eseguiti denotano regolari esiti post-chirurgici, pertanto è verosimile che siano dolori da imputare alla parete toracica - pleura parietale (è possibile la natura nevritica post-chirurgica come ipotizzato negli altri post - per i quali, dopo visita medica, è possibile iniziare,in casi particolarmente fastidiosi, una terapia con farmaci adeguati, non essendo efficaci i normali farmaci antinfiammatori / antidolorifici).


In buona sostanza mi sento di tranquillizzarla nuovamente, tanto più in presenza degli esami ulteriori da Lei eseguiti.

Un saluto cordiale,