Utente 105XXX
Gentilii dottori ho seguito il vostro consiglio e sono andato da un andrologo a farmi visitare e come già anticipatomi avevo sottovalutato la questione infatti il medico mi ha riscontrato -trauma coitale- ecografia peniena:placca di I.P.P.
stabilizzata in sede dorsale estesa, settale al terzo distale e laterale sin.del terzo medio. Rec.lieve DE lieve.mi ha riferito che adesso non è possibile somministrare nessun farmaco per tonare come prima infatti mi ha anche detto che il pene si è sicuramente accorciato di 1-2 cm. e che è leggermente curvato in su.
Ho riferito che a me non da fastidio e che il dolore non c'è piu.Vorrei sapere se non corro rischi di aggravamento e se non ci sono dei metodi che non siano chirurgici per eliminare le placche.Aggiungo che il medico mi ha dato anche tadalafil per 3 mesi cordiali saluti e grazie anticipate

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
francamente la terapia del Peyronie anche se per anni oggetto di controversie è attualmente possibile pur avendo come obbiettivo la sola stabilizzazione della plascca, a volte migliora è vero ma l' obbiettivo è stabilizzare in quanto se lasciuata a se tende a progredire. Non mi risulta che tadalafiol sia una terapia per IPP.
[#2] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
forse mi sono mal espresso il tadalafil mi è stato dato perchè avevo detto al dottore che dopo il trauma l'erezione non era piu delle migliori. vorrei una piu chiara risposta alle mie domante la ringrazio cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
i farmaci risultati attivi nel bloccare la progressione di Peyronie ed eventualmente a migliorare lka situazione sono i seguenti e studiati in trials doppio cieco controllati: colchicina+vitamina e orale, potassioparaamminobenmzoato orale, carnitine (forse) orali, verapaminl per iniezione intraplacca, interferon alfa 2b per iniezione intraplacca, verapamile + cortisone per ionoforesi. Questi faqrmaci si sono inltre dimostrati attivi soprattuto quelli per iniezione intraplacca a ripristinare nella maggioranza dei pazienti una corretta funzione sessuale.