Utente 113XXX
Egregi dottori,
ho 31 anni e da sempre pochissima barba: sul pizzetto e zona baffi si, ma praticamente zero sulle guance (qualche pelo sparso qua e là ma veramente pochi!). La quantità di barba su baffi e pizzetto piuttosto che sulle guance da che cosa dipende?? non dovrebbe essere uniforme? (e cioè, se poca, poca in generale?). E a tal proposito volevo sapere se, nonostante peli pubici, sul petto e sulla pancia siano presenti in quantità, questo può essere sintomo di qualche problema ormonale. Mi consigliate degli esami? oppure la cosa non ha alcuna rilevanza in merito a eventuali problemi di salute ormonale maschile? Lo so che così a distanza e senza esami non si può fare una diagnosi, ma volevo solo sapere se, in linea di massima, nella vostra esperienza quotidiana di medici questo significa spesso un problema o no.
Ringrazio
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

potrebbe essere anche un problema costituzionale, di famigliarità.

Comunque a questo punto e alla sua età è bene consultare in diretta un esperto andrologo e con lui rivalutare ad personam il suo problema.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottore per la sua celere risposta.
Quindi se mi consiglia la visita in diretta e parla di "problema" immagino che la poca barba non sia una cosa tanto normale.. giusto? Non ci avevo mai pensato..
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

potrebbe, come già detto, trattarsi di una "fattore costituzionale"; la parola "problema" è in questa ipotesi diagnostica più riferita ad eventuali aspetti di tipo psicologico collaterali .

Comunque a questo punto come già detto ,anche per fare una diagnosi sicura non ipotetica e virtuale, è bene consultare in diretta un esperto andrologo e con lui rivalutare ad personam la sua particolare situazione "anatomica".

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org