Utente 116XXX
Ho 32 anni, ho eseguito un'esame del liquido seminale in data 21/05/09 in quanto sono alla ricerca del primo figlio.

EIACULATO
Concentrazione sperm. (mil/ml) 60
Totale sperm. (milioni) 282

FISICO CHIMICA
Volume 4,7
ph 7,5
colore Biancastro
Aspetto Opalescente
Odore sui generis
Viscosità Normale
Liquefazione Completa
Agglutinazioni assenti

ELEMENTI FIGURATI

cristalli

MOBILITA'

% SP. mobili 55
rapidi progr. 8
lenti progr. 28
non progr. 19

% SP. immoboli 45

TEST FUNZIONALI

hypoosmotic swelling test % 56

MORFOLOGIA

perc. normali 8
perc. anomalie testa 70
perc. anomalie collo/inf. 10
perc. anomalia coda 12

VALUTAZIONE E GIUDIZIO COMPLESSIVO

NORMOSPERMIA, NORMOCINESI, MORFOLOGIA ALTERATA, PRESENZA DI AUTOANTICORPI DI SUPERFICIE DI CLASSE IgG e IgA

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

a questo punto bisogna arrivare a capire perchè il suo quadro seminale non è nella norma .

Una teratozoospermia , cioè una morfologia degli spermatozoi non buona, è un "sintomo", un dato di laboratorio che ha alla sua base diverse cause una di queste può essere un problema di tipo autoimmunitario ma anche questo potrebbe a sua volta avere una causa specifica da valutare.

Prima cosa da fare, in queste situazioni cliniche, è ripetere comunque l'esame del liquido seminale e poi consultare un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto volevo ringraziarla per la tempestività nel rispondere.
Sicuramente contatterò un'andrologo, ma vorrei sapere se una terapia può bastare per raggiungere l'obiettivo che ci siamo prefissati.

Aggiungo un dato che non avevo inserito precedentemente:
ANTICORPI ANTI-SPERMATOZOO
M.A.R. test igG 100
M.A.R. test igA 70

Grazie di nuovo.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

gli ultimi dati che ci ha inviato con la segnalazione di una importante positività al MAR test ci fanno pensare ad un problema autoimmunitario.

Il MAR test infatti è un'indagine che ci permette di valutare la presenza di anticorpi antispermatozoo nel liquido seminale e questi generalmente aderiscono allo spermatozoo alterandone la normale motilità e spesso anche la morfologia ed impedendone od ostacolandone la capacità di fertilizzare un'ovocita.

Questo sembra proprio essere un pò la sua situazione clinica.

Spesso da questa osservazione di laboratorio è difficile risalire all'esatta causa che ha scatenato questo problema autoimmunitario.

Altro aspetto non confortante della vostra situazione clinica è che a tutt'oggi purtroppo non esistono cure mirate per eliminare questi autoanticorpi; in un recente passato alcuni Colleghi e Centri autorevoli proponevano terapie a base di corticosteroidei per cercare di ridurre la "produzione" di questi autoanticorpi ma questo trattamento aveva a volte pesanti effetti collaterali e per di più si osservava un ulteriore peggoramento dei normali parametri che caratterizzano un liquido seminale capace appunto di fertilizzare un ovocita e quindi queste strategie terapeutiche sono state alla fine abbandonate.

Attualmente l'Organizzazione Mondiale della Sanità considera la presenza di una titolazione anticorpale superiore al 50% (nel vostro caso è il 100 e il 70%) per proporre, come terapia nelle sue Linee Guida, il ricorso ad una tecnica di riproduzione assistita.

Comunque a questo punto bisogna risentire il suo andrologo , ripetere l'esame del liquido seminale con le eventuali valutazione colturali del caso; il Centro a cui si è rivolto mi sembra aggiornato ed attendibile.

Fatta la rivalutazione andrologica poi ci aggiorni.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie molte per la grande disponibilità, cordiali saluti.
Spero presto di farle avere nuovi sviluppi.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

rifatta la valutazione andrologica poi ci aggiorni, se lo desidera, perchè questo potrebbe essere utile anche a noi per capire se abbiamo, da questa postazione, intuito, anche se non "centrato", la causa del suo problema.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#6] dopo  
Dr. Diego D'Agostino
24% attività
0% attualità
12% socialità
TREVISO (TV)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Egr.lettore,
concordo con il dr.Beretta;ripeta un'altro spermiogramma,dosando il fruttosio,l'acido citrico ,l'esame colturale e rifacendo il MAR-TEST.Imprescindibile una visita andrologica,un'ecocolordoppler dei testicoli ed eco prostato vescicolare transrettale.Se da questi esami non si evidenziano altre patologie e si conferma un MARTEST positivo si puo' provare con un breve ciclo di cortisonea basso dosaggio e personalmente ho tante volte constatato la successiva negativizzazione del test,con un recupero della motilita' degli spermatozoi.
[#7] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Grazie anche a Lei Prof. D'Agostino, cercherò di seguire i Suoi consigli facendoli presenti all'andrologo al quale mi rivolgerò.
Le chiedo cortesemente una precisazione: Cosa s'intende per dosare il fruttosio e l'acido citrico?
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

comunque non si meravigli se il suo andrologo presenterà i suoi dubbi sull'uso del cortisone.

E' ancora una indicazione terapeutica discussa e molti andrologici oggi, senza perdere tempo prezioso e non volendo rischiare gli effetti collaterali legati alla terapia corticosteroidea, seguono l'indicazione data dall'OMS e indicano subito il ricorso ad una tecnica di riproduzione assistita.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Vista la Vostra grande cortesia volevo porvi un quesito su un dubbio che mi assale:

il 17/10/2008 ho fatto un vaccino per tetano, morbillo, parotite e rosolia.
Questo può influire?
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


come le ha già consigliato il dottor Beretta e spesso ribadiamo in molte risposte ai lettori, il rilievo di problematiche seminali ( numero, motilità e morfologia) dovrebbero sempre essere confermate o smentite da altri esami seminali e, solo dopo aver fatto tali esami, sentire uno specialista che possa, sulla base dei dati di laboratorio e sulla interpretazione dei dati clinici, stabilire se e quale eventuale forma terapeutica debba essere prpposta.
Cominciare a parlare di terapie sollo sull base di un singolo esame mi sembra fuorviante.
Cari saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

giuste le osservazioni fatte dal collega Pozza!

Poi, sul quesito specifico da lei posto, non mi sembra corretto indicarle una correlazione diretta e neppure indiretta tra le vaccinazioni fatte circa otto mesi fa e i suoi problemi a livello del liquido seminale.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 116XXX

Iscritto dal 2009
Un grazie sincero a tutti.
Seguirò i Vostri consigli e Vi farò sapere.

Cordiali saluti