Utente 116XXX
Gentili dottori,
ho scoperto da circa 3 mesi di aver contratto il virus dell HPV, osservando la presenza dei tipici condilomi sull'asta del pene. Sono stato dal dermatologo un paio di volte per bruciarli . Non erano molti (ho visto di peggio navigando su internet),e presenti soltanto sulla parte esterna, e più alla punta, del prepuzio e non sul glande. E me ne è stato bruciato anke uno a livello perianale. Alla ragazza con cui ho rapporti, già da un pò di tempo prima di saperlo, invece non ne è stato per il momento ancora trovato alcuno.
La sua ginecologa dice che non dobbiamo avere rapporti fino a quando non sarà avvenuta la mia guarigione. Il mio dermatologo dice invece che devo proteggermi.
Nel frattempo però, dopo un bel pò di giorni, abbiamo ceduto al trasporto e lo abbiamo fatto, per una sola volta.
Oltre ad usare il preservativo, prima durante e dopo il rapporto indossavo una mutanda boxer con apertura anteriore a bottoni, coprendo praticamente tutti i genitali. Credo di aver coperto davvero ogni centimetro delle mie zone erogene.
Con ciò ho pensato di riuscire a far evitare alla mia ragazza il contatto con eventuali condilomi, forse non visibili, presenti magari sullo scroto e sulle zone vicine ai genitali.
Di visibile adesso come allora ne ho 4/5 di piccola grandezza sempre sulla punta del pene (dove erano prima) eli sto curando con crema Aldara.
La domanda forse può sembrare stupida, ma vorrei capire se è stato un errore farlo o almeno che cosa ne pensate, considerando che la mia partner ancora non può sapere se ha contratto il virus.
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se non ha avuto contatti con la partner,armto di profilattico e mutande,non vedo come possa trasmettere il contagio.Cordialità.