Utente 113XXX
Buongiorno ai cordiali medici.

Ho 19 anni ed è più di un anno che soffro di stipsi grave. Riesco ad evacuare, se mi fanno effetto, con lassativi di vario tipo soprattutto quelli irritanti purtroppo ma solamente con l'azione di un clistere. Sono arrivato al punto che ho provato praticamente tutti i lassativi disponibili in commercio. Bevo 2 litri di acqua al giorno, seguo una dieta molto ricca di fibre ed ho provato anche le fibre liquide nella massime dosi consentite ma non ho ottenuto risultati se non quello di dover ricorrere all'isocolan per "sbloccare" la situazione. Ho così deciso di fare la colonscopia, con la conclusione di dolicocolon. Io dico, a questo punto, a questa età ho già provato tutti i lassativi a cui ormai mi sono abitutato tanto che non mi fanno più effetto; questo problema influenza molto la qualità della vita quotidiana e sociale; ho parlato con degli amici che hanno ricorso alla chirurgia della riduzione dell'intestino(dell'ansa in più nel mio caso) e che hanno risolto il problema. datemi il vostro parere spiegandomi anche la tipologia di intervento.

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Se si tratta solo di eccessiva lunghezza del colon(dolicolon)senza dilatazone (megacolon)non è necesario eseguire biopsie rettali per valutare l'innervazione del colon.In caso di dilatazione ed allungamento è invece indispensabile.L'intervento di resezione di un tratto di colon(di solito il sigma)se ci troviamo di fronte ad un dolicosigma ,è ipotizzabile come soluzione estrema.Con l'aiuto del suo medico,continui con gli attuali presidi medici e dietetici in attesa di qualche novità che in medicina è quasi sepre dietro l'angolo.Nel caso che la situazione diventi invalidante,si opterà per la terapia chirurgica.
La saluto
[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per la risposta.

Che novità si potrebbero ipotizzare nel mio caso?
Vorrei aggiungere, per altro, che mi è anche stata diagnosticata una peristalsi estremamente lenta che, a detta del medico e soprattutto a fatti, complica ancora di più la situazione.
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Le novità potrebbero essere costituite da farmaci,inegratori,fibre etc..che agiscono in maniera più efficace degli attuali.Sono ipotesi,o meglio speranze,per rimandare una soluzione decisamente invasiva come quella chirurgica.