Utente 116XXX
salve a tutti coloro che leggono questa mia richiesta e possono aiutarmi, sono maurizio e ho appena compiuto 41 anni soffro e dico soffro da anni, da sempre di iperidrosi, in particolare palmare,sono venuto a conoscenza da tempo di un intervento che possa aiutarmi a vivere, oramai non ce la faccio più ho cambiato lavori per questo problema, evito di fermarmi con persone, amici conoscenti perchè ogni volta e un' umiliazione alla mia persona, ora ho trovato un lavoro che mi soddisfa e non voglio perderlo, la mia richiesta è questa: voglio sottopormi a intervento chirurgico, vorrei sapere se c'è una struttura più vicina a napoli città dove vivo e quanti giorni dovrei fermarmi per l'intervento ed eventuale degenza. grazie.
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

purtroppo non sono a conoscenza di centri vicino a Napoli per l'intervento di Iperidrosi palmare.
Quello che le posso dire è che in alcuni centri (Chirurgie Toraciche di Verona e di Cuneo, sostanzialmente) da alcuni anni si utilizza una tecnica mininvasiva in videotoracoscopia bilaterale, due accessi per lato, che permette di intervenire senza posizionare drenaggi pleurici, ed al paziente di essere dimesso il giorno successivo all'intervento.
Un'altra cosa che le volevo dire è che da anni questo intervento è diventato sempre più sicuro e complicanze temibili quali la sindrome di Horner, non vengono più osservate nelle casistiche chirurgiche internazionali.

La saluto cordialmente,
[#2] dopo  
Dr. Alberto Emiliano Baccarini
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Salve il reparto di Chirurgia Toracica in cui lavoro, presso l'azienda ospedaliera Sant'Andrea di Roma, via di Grottarossa 1035, effettua da tempo interventi per l'iperidrosi palmare e ascellare. La tecnica che utilizziamo è la Toracoscopia che con uno o due mini accessi di 1/2 cm in sede ascellare ci permette di sezionare e asportare il nervo simpatico dal lato in cui si effettua l'intervento. Il risultato è immediato e la mano e l' ascella del lato operato cessano all'istante di sudare, con sollievo per la vita di relazione. Si effettua l'intervento su di un lato per volta, il secondo sull'altro lato a distanza di un mese. Per quanto riguarda la durata della degenza questa si limita al ricovero un giorno prima dell'intervento nel quale si eseguono gli esami ematici di routine, la spirometria, le visite del cardiologo e dell'anestesista, il giorno dell'intervento e di solito alla mattina del giorno seguente per gli esami ematici e la radiografia del torace di controllo post operatori , quindi in tutto circa tre giorni. Per accedere alla lista serve una visita ambulatoriale presso il nostro ospedale in cui ci si conosce, la si visita, e la si mette in lista operatoria. Spero di essere stato di aiuto. Saluti.

dott. Alberto Emiliano Baccarini
specialista in Chirurgia Toracica
dirigente medico I livello
reparto di Chirurgia Toracica
Aziende Ospedaliera Sant'Andrea
II facoltà dell'Università degli studi di Roma
"La Sapienza"
Via di Grottarossa 1035-1037