Utente 117XXX
Ho subito circa un anno fa un' intervento a causa dell' incurvamento del pene,l'intervento mi sembrava ben riuscito perchè anche avendo ancora le bende il pene sembrava dritto, poi a causa di erezioni notturne credo i punti si sono aperti ed ho avuto dei problemi nella cicatrizzazione della ferita.
Il risultato è stato che il pene è tornato curvo, anche se non quanto prima e la pelle esterna del pene si è attaccata alla parte interna nel punto della ferita causando diffoltà nei rapporti in quanto la parte esterna non può scorrere come prima essendo bloccata in un punto.
Ho subito un secondo intervento per scollare le aderenze ma non è cambiato nulla, ho spiegato il problema al medico che mi ha operato nei due interventi ma mi ha detto che non c' è nulla da fare.
Avevo chiesto al medico se potevo prendere qualcosa per evitare le erezioni notturne che mi provocavano dolore, oltre ad avermi provocato la rottura dei punti di sotura ma mi aveva detto che non c'era alcun medicinale che poteva evitare le erezioni, ora ho saputo che se avessi preso delle pasticche di Tavor forse avrei evitato le erezioni e non mi sarei trovato in questa situazione. Ora data la prima brutta esperienza, non so più che fare e a chi rivolgermi. Potete aiutarmi? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

in genere una curvatura congenita dell'asta si dovrebbe poter risolvere con un intervento di corporoplastica. Qualche volta, se non si "abbassano " farmacologicamente le normali e naturali erezioni notturne può succedere quello che lei descrive, cioè, forse, la rottura delle suture di correzione applicate sulla albuginea dei corpi cavernosi.
qualche informazione in più su www.erezione.org
Se, nonostante i due interventi, persiste la curvatura e le crea problemi di "estetica" e di funzione sessuale, allora sarebbe il caso di riconsultare lo specialista oppure sentire l'opinione di un altro andrologo chirurgo
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
mi sembrerebbe del tutto legittimo e giustificato sentire una seconda opinione da altro Specialista.