Utente 205XXX
In anticipo Vi ringrazio per questo servizio.
Il mio ragazzo circa una set.fa mi ha confidato di aver fatto all'età di 21 circa questo esame(ora ne ha 28 di anni)l'esito è stato negativo,ovvero è risultato che aveva un numero di spemarmatozooi molto basso che con il tempo è destinato ad abbassarsi, inoltre gli è stato detto che ci sarebbe una possibilità remotissima di fecondare un ovulo e nel caso dovesse succedere il nascituro non sarebbe sano.
Ora vi chiedo è possibile una diagnosi così infelice e,inoltre,voglio chiedere se ci sono cure o interventi chirurgici per ovviare a questo problema.Ancora grazie spero di ricevere una risposta che gli possa dare fiducia:sono anni che si tormenta per questo problema.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Lettrice,
come può ben immaginare è impossibile rispondere alle sue domande (cure? interventi?) non avendo visitato il suo fidanzato non avendo i risultati scritti dello spermiogramma.
Può anche essere che la situazione non sia facile ma di sicuro non è vero che se lo sperma è alterato nascerà un bambino non sano. Questa è una grossa stupidata, a dir poco!!.
Lui deve mettersi nelle mani di un bravo Andrologo, competente e umano che possa, attraveso tutti gli esami necessari, capire se esistano patologie che giustifichino la situazione seminale così compromessa ed eventualmente risolverle.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dr.Benaglia
La sua risposta mi conforta di molto,capisco la Sua difficoltà nel rispondere alla mia domanda priva di dati certi,tutto quello che so è ciò che Le ho scritto,dato che il mio ragazzo fa molta fatica a parlarne e quindi non sono entrata troppo nel merito,con il tempo cercherò di raccogliere maggiori elementi per poi poterlo indurre a sottoporsi a nuovi esami....è molto ostile al riguardo:il suo desiderio di famiglia e tanti bambini è molto forte e l'esito dello spermiogramma gli ha creato ripercussioni psicologiche notevoli ed convinto che le cose non possono migliorare se non peggiorare.Grazie mille per la sua risposta.
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a parte il Suo lavoro diciamo così "investigativo", io credo che Lei abbia altri modi e maniere per convincere il Suo ragazzo a recarsi dallo Specialista Andrologo. Mi riferisco ad affetto e comprensione e amore. Funzionano sempre invariabilmente.
Affettuosi saluti ed auguri per la "missione" che L'attende.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2006
Gentile dt.Martino
il mio lavoro non è di tipo investigativo, da parte mia c'è tutto l'amore e la comprensione,purteoppo è il mio ragazzo che è molto ostile al riguardo,basta dire che mi ha confessato tutto dopo un anno,peraltro molto travagliato,in quanto non riesce ad evere relazioni stabili perchè crede che nessuna donna potrebbe accettare di non avere figli e lui non vuol essere motivo di questa mancanza,di conseguenza tronca ogni relazione che inizia ad avere un minimo di stabilità.Dopo tutti questi anni lui è riuscito a parlarne solo con me,non è riuscito a parlarne nemmeno con i genitori e per tutti questi ha condiviso questo "segreto" e questo tormento solo con se stesso e dato che,le ripeto è molto difficile il suo carattere ed ostile a parlarne,devo aspettare che sia lui ad aprirsi nuovamente o comunque indurlo a parlarne con estremo tatto,altrimenti ho l'effetto contrario:si chiude ancor di più a riccio.Grazie mille
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Lei mi sembra su un'ottima strada e sono certo che riuscirà nel Suo intento. Provi a parlare al Suo compagno di questo Forum, chissà, magari il completo anonimato potrebbe stimolarlo a chiedere delucidazioni sui problemi che lo tormentano così tanto.
Da parte mia e nostra, la massima disponibilità.
Affettuosi auguri ad entrambi ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO.